Sir subito in campo per la penultima del girone di andata

646
9ª giornata Campionato Italiano di pallavolo maschile Serie A1 SuperLega UnipolSai 2015/16. PalaPanini Modena, 06.12.2015

Per la terza settimana consecutiva per la Sir Safety Conad Perugia il day after del turno domenicale di SuperLega diventa la vigilia di un nuovo appuntamento ufficiale. Era successo due lunedì fa tra le sfide di SuperLega di Padova e con Monza. Era successo lunedì scorso tra la gara con Molfetta e la trasferta di Cev Cup a Presov. Succede ancora oggi perché la battuta d’arresto di  Modena va immediatamente archiviata perché domani la SuperLega scende nuovamente in campo per la decima, e penultima, del girone di andata con i Block Devils che ospitano al PalaEvangelisti  la LPR Piacenza. Ci sarebbe molto da scrivere dalla splendida partita di ieri al PalaPanini. Un match nel quale i bianconeri di coach Castellani sono usciti sconfitti, ma hanno lottato come leoni, sciorinando per larghi tratti un’ottima pallavolo e rispondendo colpo su colpo ad una squadra di rango e forte come Modena. Ma siccome è necessario guardare avanti, la chiusura di Dhl-Sir Safety Conad la fanno due colonne dei Block Devils, Simone Buti e  Birarelli.

“C’è amaro in bocca – spiega il capitano di Perugia – perché a Modena ce la siamo giocata alla pari. In dei set così equilibrati sono gli episodi che fanno differenza e ci hanno dato contro. Possiamo certamente fare meglio, ma abbiamo dimostrato di essere una bella squadra. Perciò la sconfitta brucia, ma guardiamo avanti anche perché il campionato non concede sconti, c’è sempre una partita subito da giocare e quindi dobbiamo pensare a quella importantissima con Piacenza”.

“Credo che dove bisogna migliorare è sicuramente in battuta, sia come gestione degli errori che come efficacia”, dice invece Birarelli. “Però siamo stati sempre lì, ci è mancato poco e torniamo da Modena anche con tanti aspetti positivi. Penso a come abbiamo contenuto ad esempio Ngapeth, un loro punto di riferimento importante. Penso all’atteggiamento in campo, che deve essere la base in queste partite e che è stato quello giusto. E sono felice per Ron (Aaron Russell, ndr) che è un ragazzo molto bravo, che si è impegnato molto in questi mesi pur avendo giocato poco e che a Modena ha raccolto i primi risultati del suo lavoro. Adesso il nostro obiettivo è cercare di fare sei punti nelle ultime due giornate di andata, cominciando ovviamente da domani. Dovremo prestare molta attenzione a Piacenza e cercare di portarla a casa in qualche modo. Magari anche non giocando benissimo, magari con l’aiuto di qualche compagno più fresco, ma bisogna vincerla”.

Focalizzando l’attenzione dunque alla sfida di domani con la LPR Piacenza, oggi pomeriggio Castellani e del suo staff verificheranno le condizioni generali della squadra e faranno svolgere una seduta di allenamento dedicata soprattutto alla preparazione tattica del match. A livello di formazione, al netto di una stanchezza generale figlia di un tour de force sicuramente eccessivo e con Fromm sempre ai box per l’infortunio alla caviglia accusato lo scorso fine settimana, dovrebbero scendere in campo i sette di ieri. Dunque De Cecco-Atanasijevic diagonale di posto due, Birarelli e capitan Buti al centro, Kaliberda e Russell in banda, Giovi libero. Per portare a casa tre punti importantissimi in chiave Coppa Italia servirà tutto il calore e l’entusiasmo del popolo bianconero sugli spalti. E fotografia migliore dei quattrocento di Modena, bellissimi e correttissimi, non c’è. L’avversario dei Block Devils è la LPR Piacenza, al momento penultima della classe con 4 punti all’attivo, ma come ogni formazione di questa equilibrata SuperLega assolutamente da prendere con le molle. Il tecnico Giuliani, complici gli infortuni di Manià e Papi, dovrebbe presentare inizialmente il regista Coscione, l’opposto Luburic, i centrali Patriarca e Tencati, gli schiacciatori Perrin e Ter Horst e come libero il neo acquisto Lampariello.