Sindaco di Norcia: “L’inizio delle lezioni è una nuova ripartenza”

73
 

Alemanno e assessore  Perla ricordano il Covid dopo il terremoto

“Cari Studenti, l’inizio di questo nuovo anno scolastico rappresenta una nuova ripartenza in particolare per la nostra Comunità che ha dovuto fronteggiare l’emergenza sisma, prima, e Covid poi”.

A sottolinearlo sono stati il sindaco di Norcia Nicola Alemanno e l’assessore alle Politiche sociali Giuseppina Perla.

“Il primo giorno di scuola è l’inizio simbolico di un nuovo anno, in cui con rinnovate energie siamo chiamati a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati durante l’estate. Il primo augurio che rivolgiamo a voi, alla dirigente scolastica, al personale docente e non docente e alle vostre famiglie è scontato ma non banale – hanno sottolineano Alemanno e Perla – ovvero che quest’anno possa concludersi come è iniziato e quindi ‘in presenza’. Per quanto ormai la tecnologia possa aver contribuito ad abbattere le distanze, è importate poter assistere a lezioni in presenza specie per la socialità, fatta di rapporti umani veri e non virtuali. Per far si che questo possa avvenire, siamo tutti chiamati ad essere responsabili e rinnoviamo ancora l’invito ad osservare le semplici regole che ormai tutti conosciamo per prevenire il contagio. La salute, la sicurezza e il rispetto per sé stessi e per il prossimo è la prima ‘lezione’ di vita. Come Amministrazione anche noi abbiamo degli obiettivi che stiamo perseguendo con forza e tenacia che riguardano la ricostruzione e tra questi il nuovo polo scolastico, per il quale è in corso di redazione il progetto definitivo. Non c’è futuro per una Comunità senza la scuola, noi ci abbiamo sempre creduto e continuiamo a lavorare per fare in modo che i nostri ragazzi possano, domani, poter scegliere Norcia e il suo territorio come una valida opportunità per costruire il futuro. Nuove sfide dunque, come quelle che attendono voi studenti e le vostre famiglie che, siamo certi affronterete con coraggio e tanta, tanta, determinazione. In bocca al lupo a tutti”.