Record mensile storico all’aeroporto dell’Umbria

520

Per la prima volta superati i 60mila passeggeri

   

All’aeroporto internazionale dell’Umbria nel mese di giugno è stato registrato il nuovo record di traffico ed è stata superata, per la prima volta nella storia dello scalo, la soglia dei 60mila passeggeri mensili, con una media di oltre 2.000 passeggeri al giorno.

Rapportando il dato al giugno del 2022, si evidenzia una crescita del +47% per quanto riguarda il traffico passeggeri e del +14% per ciò che concerne i movimenti aerei.

Rispetto al giugno 2019 – periodo pre-Covid – il traffico passeggeri da/per l’aeroporto dell’Umbria è invece cresciuto del +184%, con un +58% di movimenti aerei. Nella giornata di giovedì 29 giugno è stato inoltre registrato il nuovo record storico giornaliero, con 2.870 transiti.

Con l’entrata a regime dell’intero network estivo – che vede programmate 16 rotte ed oltre 100 voli di linea settimanali – i collegamenti che hanno riscosso maggior successo sono stati Cracovia, Londra e Barcellona per quanto riguarda i voli internazionali e Catania, Palermo e Cagliari per i nazionali. In forte crescita anche i voli privati, che a giugno hanno fatto registrare 350 movimenti aerei ed oltre 600 passeggeri.

Nel periodo gennaio-giugno 2023 sono stati totalizzati 234.527 passeggeri e 2.755 movimenti, pari ad una crescita del 72% di passeggeri e del 14% di movimenti rispetto allo stesso periodo del 2022 e del 141% di passeggeri e 61% di movimenti rispetto al 2019.

La Stagione Iata “Summer 2023”, ricorda una nota della società di gestione, operativa fino al 28 ottobre prossimo, prevede 16 rotte programmate, operate da sei compagnie aeree con oltre 100 voli di linea settimanali.