Protocollo d’Intesa: intervento del presidente della Provincia di Perugia Mismetti

477

Intervento del Presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti in merito al Protocollo d’Intesa sottoscritto dalle Province di Perugia e Terni, dalla Regione Umbria e dalle Organizzazioni Sindacali, che definisce il trasferimento del personale preposto alle funzioni di cui all’art. 2 della legge regionale n. 10/2015.

“Ad essere ricollocato – spiega Mismetti – è l’intero contingente di 235 persone, di cui 195 verranno allocati presso le strutture della Giunta regionale, mentre le restanti 40 unità verranno allocate presso il Consiglio regionale, le agenzie regionali ed il sistema sanitario regionale. Si tratta di una prima significativa intesa che va nella giusta direzione della definitiva attuazione del trasferimento delle funzioni oggetto di riordino, con il riassorbimento di tutto il personale coinvolto. Un obiettivo importante a cui, in questi mesi, la Provincia ha sempre lavorato con tenacia, e che ci permette di confermare come l’intero processo di riordino possa essere realizzato confermando il principio di ‘zero esuberi’. Per questo motivo – aggiunge Mismetti -, sento di dover ringraziare la struttura tecnica della Provincia, dirigenti e personale del comparto, che hanno lavorato incessantemente affinché si potesse conseguire questo risultato: si tratta, beninteso, di una prima tappa che non esaurisce tutte le problematiche correlate al riordino, ma che è sicuramente importante ed estremamente significativa. Allo stesso tempo ringrazio la Regione Umbria, per gli impegni, anche gravosi, che ha saputo assumere e che ci hanno permesso di compiere insieme un primo importante passo. Ugualmente, sento di dover sottolineare l’apporto dato dalle organizzazioni sindacali per l’attenzione, il grande senso di responsabilità e l’azione di stimolo che hanno messo in campo in questi mesi, perseguendo l’obiettivo, da tutti noi condiviso, di salvaguardare tutti i posti di lavoro. All’indomani della sottoscrizione del Protocollo d’Intesa, che segna un passaggio storico per il nostro Ente, sento in particolare di dover ringraziare l’intero personale della Provincia di Perugia, sia quello interessato dal processo di riordino sia quello preposto alle funzioni fondamentali, per il grande senso di responsabilità e di professionalità dimostrato in questi mesi nel continuare a garantire i servizi, pur in un quadro di grave incertezza sul piano economico e lavorativo. I dipendenti della Provincia, infatti, in questo 2015 hanno saputo assicurare la continuità dei servizi ai cittadini nonostante la difficilissima situazione economica e finanziaria in cui versa l’Ente, affrontando con grande dignità l’inevitabile disorientamento conseguente al difficile processo di riordino ed i provvedimenti, doverosi ma pesanti, che la Provincia ha dovuto attuare sul personale (come la riduzione della reperibilità ed il taglio degli incarichi di posizione). Resta forte – conclude Mismetti – l’azione della Provincia di Perugia affinché anche le altre problematiche, non presenti nel Protocollo d’Intesa, vengano discusse e risolte in maniera altrettanto incisiva: penso alle materie di cui all’art. 4 legge regionale n. 10/2015, ai Centri per l’Impiego, compresi i lavoratori a tempo determinato, alla Polizia Provinciale e ai dirigenti, temi che verranno affrontati in distinte e specifiche trattazioni. Rispetto a questi problemi l’impegno sarà massimo, così come sarà altrettanto forte l’impegno per dare contestualmente piena attuazione alla nuova riorganizzazione che configurerà la Provincia quale nuovo Ente di Area Vasta”.