Primo premio nazionale per il progetto sul bullismo del Cavour-Marconi-Pascal di Olmo

497

Primo premio nazionale per il progetto sul bullismo del Cavour-Marconi-Pascal di Olmo. Consegnato alla classe terza sezione T1 un buono di 330 euro da spendere per materiale e sussidi didattici

Impegno, dedizione e tante visualizzazioni hanno sancito la vittoria del premio nazionale, all’Istituto Superiore Cavour-Marconi-Pascal (IIS) di Perugia sezione distaccata di Olmo, per il progetto “Adolescenze Competenti” promosso da AiCS (Associazione Italiana Cultura e Sport) in collaborazione con Cittadinanza Attiva. Il progetto, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, era stato realizzato in 26 comunità e affrontava i temi della cultura della legalità e della corresponsabilità. I ragazzi della terza sezione T1 oggi hanno ufficialmente ricevuto il premio dalle mani di Sonia Gavini Presidente dell’Aics realizzando un progetto di approfondimento sul tema del bullismo. Agli studenti è stato consegnato  un buono di 330 euro,  da utilizzare per l’acquisto di materiale didattico. Amelia Sabatino, insegnate e referente per la scuola, ha ringraziato per primi i ragazzi che si sono impegnati sulla tematica costruendo un interessante e completo powerpoint che spiega da dove nasce questo fenomeno e quali sono i modi per contenerlo e fronteggiarlo al meglio.

“Inizialmente – ha detto Sonia Gavini – i ragazzi si sono presentati chiusi nelle loro felpe con cappuccio, diffidenti e poco propensi ad aprirsi. Poi, con l’aiuto della psicologa Cristina Cazzetta e di tutti gli attori del progetto, si sono aperti, si sono fidati, e hanno iniziato il percorso verso l’approfondimento della tematica del bullismo. Anche se abbiamo messo un piccolo granellino nel loro tragitto di crescita personale, già è un risultato positivo”.

“Come Cittadinanza Attiva – ha detto Ornella Ciani – siamo molto soddisfatti di questo risultato. La nostra associazione cerca di rispettare formalmente e sostanzialmente quanto riportato nell’art 3 della Costituzione che afferma il principio di uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge”.

Il dirigente scolastico Giuseppe Materia è tornato sulla iniziale diffidenza dei ragazzi che se guidati, come in questo caso, riescono a tirare giù i cappucci delle felpe e dare il meglio di loro. Il progetto, insieme ad un lungo applauso, è stato dedicato al docente della scuola Pasquale Cairo prematuramente scomparso la notte di Natale del 2018.