Politiche sociali: a Perugia prima riunione del Tavolo di coordinamento in materia di disabilità

237
Regione Umbria: la situazione del personale precario
   

Un tavolo per favorire l’inclusione reale delle persone con disabilità in modo da rendere effettivo il diritto di ognuno di sentirsi realizzato e pienamente inserito nella comunità di appartenenza: si può riassumere così il senso del primo incontro del Tavolo di coordinamento in materia di disabilità, voluto dall’assessore alla Salute e Politiche sociali della Regione Umbria, Luca Coletto.

Nel corso della riunione di insediamento che si è tenuta giovedì 22 giugno, nella sede dell’Assessorato alla Salute alla presenza della presidente dell’Osservatorio regionale per le persone con disabilità, Paola Fioroni, del Garante dei diritti, Massimo Rolla e dei rappresentanti delle Aziende sanitarie e  delle principali associazioni del territorio, sono stati molti i temi trattati sullo sfondo di un concetto cardine: le persone con disabilità non esprimono solo bisogni di salute.

A margine dell’incontro l’assessore Coletto e la presidente dell’Osservatorio, Paola Fioroni, hanno ricordato che “l’istituzione del Tavolo atteso dal 2005, è finalizzato ad avviare un lavoro e un confronto per mettere a punto interventi integrati e rispondenti alle reali necessità delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Da anni infatti, era avvertita la necessità di un luogo nel quale far convergere gli argomenti di rilievo in materia di disabilità e Convenzione ONU, da quello dell’intervento in materia di Vita indipendente e dell’inclusione sociale, all’insieme degli interventi a favore delle persone con disabilità attraverso un confronto attivo con i soggetti della rete territoriale.

Il Tavolo quindi, non sarà solo formale, ma attraverso gruppi tematici, elaborerà proposte per una governance complessiva delle politiche sulle disabilità a partire dalle risorse che possono garantire continuità nella realizzazione dei progetti.

Le tematiche attenzionate dai partecipanti alla riunione sono state molte: dal Dopo di noi, al diritto all’istruzione, alla sburocratizzazione e alla formazione.  dalla Un passo in avanti metodologico molto importante, istituito in una giornata così simbolica per concretizzare una delle prime istanze presentate dalle associazioni quanto mi sono insediato.

Il Tavolo, costituito con DGR n. 263 del 15/03/2023 e presieduto dall’Assessore regionale alla Salute e Politiche sociali, è composto da:

– il Presidente di ANCI Umbria o suo delegato

– Direttore dell’USL Umbria 1 e dell’USL Umbria 2 o loro delegati;

– il Presidente dell’Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità o suo delegato;

–  il Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità;

–  i Presidenti delle federazioni maggiormente rappresentative in materia di disabilità presenti nella Regione Umbria;

– il Coordinamento Regionale Anffas Umbria;

– l’AIFA APS – Associazione Italiana Famiglie ADHD

E’ prevista la possibilità di integrare con altre Associazioni Nazionali maggiormente rappresentative, che hanno sede in Umbria e/o un referente per l’Umbria, con i soggetti della rete, nonché tutti i soggetti di cui all’art.1 commi 4 e 5 della L.328/2000 e in coerenza con il Codice del Terzo Settore DLgs. 117/17 (ex art. 55 e 56); con gli esperti competenti in materia, al bisogno designati.

Le istanze possono essere presentate entro i sei mesi dalla pubblicazione della deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria.

Le associazioni per informazioni e per richiedere l’adesione al tavolo possono consultare il link

https://www.regione.umbria.it/-/tavolo-di-coordinamento-in-materia-di-disabilita