Perugia, ex tabacchificio Via Cortonese: il Sindaco Romizi in visita al cantiere

247
 

Perugia, ex tabacchificio Via Cortonese: il Sindaco Romizi in visita al cantiere. Ad accompagnarlo l’Assessore all’urbanistica Scoccia

 

Il Sindaco Andrea Romizi e l’Assessore all’Urbanistica Margherita Scoccia sono stati in visita al cantiere dell’Ex Manifattura Tabacchi di Via Cortonese. Il primo stralcio del cantiere sarà completato a Gennaio 2021, mentre l’ultimazione del cantiere è prevista comunque entro il prossimo anno. Nel contempo saranno messi a mercato gli appartamenti della torre centrale.

Il progetto immobiliare dell’ex Tabacchificio prevede la rigenerazione del vecchio stabilimento, per una superficie di circa 28.500mq, che avrà destinazione prevalentemente residenziale, con 211 appartamenti di cui 171 destinati al social housing oltre a 19 unità commerciali e uffici.

Si tratta di uno dei quattro progetti immobiliari localizzati in Umbria che sono stati finanziati da UBI Banca attraverso il fondo “A.S.C.I.- Abitare Sostenibile Centro Italia”.

Il finanziamento da 16 milioni di UBI Banca a favore del fondo comune di investimento immobiliare con finalità sociali gestito da Prelios SGR consentirà la realizzazione di quattro complessi in Umbria con un totale di 400 appartamenti, che nella maggior parte dei casi, verranno locati a canoni calmierati.

Nel frattempo, gli uffici dell’assessorato alle politiche sociali stanno procedendo alla predisposizione esecutiva del progetto “Intergenerational Housing Projects”, che il Comune di Perugia, Consorzio Abn A&B Network Sociale e Human Foundation Do&Think Tank hanno ideato per creare un villaggio intergenerazionale nel quale sperimentare un nuovo modello di welfare fondato sulla convivenza tra differenti generazioni.

Il progetto, presentato nel settembre del 2019 e ammesso a finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri a novembre dello stesso anno, prevede un investimento complessivo di circa 4 milioni di euro. Attualmente è stata finanziata la fase di fattibilità e progettazione e sono stati siglati gli accordi tra le parti indispensabili al proseguimento dell’intervento.