“Comunità energetica, un’opportunità per i Comuni umbri”

63

“Comunità energetica, un’opportunità per i Comuni umbri”. La nota della Senatrice Emma Pavanelli (M5S)

 

Di seguito la nota della senatrice umbra M5S Emma Pavanelli, membro della commissione Ambiente.

“Le comunità energetiche sono un modello innovativo per la produzione, l’autoconsumo, l’accumulo e la vendita di energia proveniente da fonti rinnovabili nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione e di transizione ecologica a livello nazionale e di abbassamento del costo dell’energia per i singoli utenti. Un’opportunità che anche i Comuni umbri possono cogliere, divulgando ai cittadini le informazioni sulla possibilità di fare e aderire alle comunità energetiche. Cittadini, imprese e amministrazioni: tutti sono chiamati a partecipare a questa rivoluzione “green” per contrastare il consumo di energia derivante da fonti fossili e puntare, invece, sulla condivisione di energia prodotta da fonti rinnovabili direttamente sul posto. Il movimento 5 stelle per primo ha promosso le comunità energetiche; già nel 2017 fece la proposta in Europa per incentivare e regolamentare le comunità al fine di abbassare le tariffe per i cittadini, di avere una maggiore indipendenza energetica, di avere energia pulita, di creare lavoro e valore aggiunto, collaborando per l’approvazione delle direttive europee RED II e IEM. Nel 2020 il Governo Conte con il decreto Milleproroghe ha tenuto conto di tali direttive, definendo la normativa per le comunità energetiche, mentre il ministro dello sviluppo economico Patuanelli del M5S ha firmato i decreti attuativi rendendo così possibile la loro realizzazione in Italia. È giunto il momento per l’Umbria di diventare davvero il polmone verde d’Italia. Diventiamo al più presto una regione ecosostenibile grazie a queste nuove opportunità che migliorano l’ambiente e fanno risparmiare soldi ai cittadini”.