“Passa Parola. Leggi, gusta, pensa…”: stimoliamo i sensi di piccoli e grandi lettori

501

Un ricco cartellone di eventi per stimolare i sensi e le coscienze di piccoli e grandi lettori. Sono quattordici gli appuntamenti della terza edizione di “Passa Parola. Leggi, gusta, pensa…”, la Rassegna letteraria città di Spello promossa dall’Assessorato comunale alla cultura con l’intento di offrire fin dalla più tenera età esperienze condivise per emozionarsi, riflettere e crescere.

La presentazione del programma 2016-2017, che anche in questa edizione si avvale della collaborazione di Sara Ruffinelli, ispiratrice del progetto, è stata presentata questa mattina durante una conferenza stampa svoltasi nella sala dell’Editto del Palazzo Comunale; presenti il sindaco Moreno Landrini, l’assessora comunale alla cultura Irene Falcinelli, Michela Giuglietti, referente di Sistema Museo, il dirigente dell’Istituto Comprensivo “G. Ferraris” di Spello Maria Grazia Giampè, Sara Ruffinelli, il responsabile comunale del servizio cultura e beni culturali Giulio Proietti Bocchini, Domenico Barone dell’Accademia degli InQuieti e Mario Chiara per il Premio “Carlo Chiara”- edizione 2017. La formula ormai consolidata di trasformare attraverso il “passaparola” il momento personale della lettura in un’emozione collettiva, prenderà il via domenica 30 ottobre e si concluderà il 28 maggio: a ogni incontro, le maestose sale del Palazzo comunale diventeranno un salotto letterario d’eccezione, uno spazio intimo e raccolto dove le firme emergenti del panorama editoriale italiano racconteranno le loro storie attraverso le pagine dei loro libri per un viaggio unico che solo il magico mondo della lettura può regalare. L’esperienza emozionale si concluderà con l’incontro con i sapori del territorio e dei suoi prodotti tipici grazie alla formula “un brindisi con l’autore”. La stessa attenzione sarà riservata ai più piccoli affinché riescano già dalla tenera età a comprendere l’importanza della lettura, ad amarla e a considerarla come un bene prezioso. Nei sei appuntamenti domenicali curati da Sistema Museo nello spazio Nati per leggere della scuola d’infanzia Viale Poeta, i bimbi da 0 a 6 anni con laboratori a tema, potranno infatti giocare e stimolare la fantasia con suoni, rumori, colori e soprattutto con parole. Gran finale con la seconda edizione di Spellolibri; dal 19 al 21 maggio, sempre nelle sale del Palazzo comunale, l’editoria umbra, dopo il successo dello scorso anno, si presenterà con le nuove proposte editoriali di firme affermate e di giovani autori emergenti.

“Nell’ambito della programmazione annuale dei principali eventi culturali della nostra città d’arte e dei fiori – afferma il sindaco Moreno Landrini -, la rassegna letteraria giunta alla terza edizione rappresenta un significativo momento di promozione che accompagnerà gli amanti della lettura da autunno fino a primavera”.

“Affinché la lettura possa diventare un’esperienza imperdibile fin dalla più tenera età, in questo ricco cartellone abbiamo alternato letture per i più grandi e per i più piccoli conferendo loro stessa importanza – ha commentato l’assessora comunale alla cultura Irene Falcinelli – . Chiuderà la rassegna la seconda edizione di Spello Libri in calendario per la primavera 2017; stesso format con nuove proposte di editori umbri, con i giovani scrittori e firme affermate che nelle prestigiose sale del Palazzo Comunale si presenteranno a cittadini e turisti curiosi”.
La rassegna è promossa in collaborazione con Sistema Museo, l’Istituto Comprensivo “G. Ferraris” di Spello, Accademia degli InQuieti, il “Formichiere”, Scuola di cucina “Cucina con Cri Cri”, “ARTECERAMICASPELLO”, Frantoio di Spello, Circolo Cine foto Hispellum, Cantine Sportoletti, La Bastiglia, Banca di Credito Cooperativo di Spello e Bettona. Il primo appuntamento è fissato per domenica 30 ottobre alle ore 17.30 nella Sala dell’Editto con Antonio Fusco che presenterà il romanzo noir “Il metodo della fenice”; l’incontro, coordinato dallo scrittore e giornalista Mauro Valentini, sarà seguito da un momento conviviale curato da “Cucina con Cri Cri”.