Oltre 24 milioni all’Umbria nel 2019 grazie all’8xMille

86
Migranti, Bassetti:
 

Oltre 24 milioni all’Umbria nel 2019 grazie all’8xMille. Circa 2,3 milioni in più rispetto al 2018

Sono stati oltre 24 milioni di euro i fondi destinati all’Umbria nel 2019 grazie all’8xMille. Suddivisi per culto e pastorale (circa 3,9 milioni), carità (3,8 milioni), sostentamento clero (8,5 milioni) ed edilizia e beni culturali (7,6 milioni). Circa 2,3 milioni in più rispetto al 2018. Queste le cifre annunciate, nel corso di un incontro online preceduto da un seminario di aggiornamento-formazione per delegati e referenti diocesani e parrocchiali del Sovvenire, per la terza edizione del “Bilancio 8xMille” delle otto diocesi dell’Umbria.

Pubblicata in un unico fascicolo dal titolo: “8xmille – Soldi spesi bene!” che riepiloga tutti i dati e alcune opere realizzate con questo contributo.
Come importo “consistente” c’è anche quello dovuto ai maggiori fondi per l’edilizia di culto legato alla realizzazione di importanti opere nelle diocesi, come sottolineato dal diacono permanente perugino Giovanni Lolli, coordinatore del Sovvenire per l’Umbria.

“Sono soldi spesi bene – ha precisato Lolli – perché utilizzati bene. Assistiamo infatti a una moltiplicazione del valore economico grazie alla catena della solidarietà e del volontariato”.

Ad introdurre il documento che spiega “come vengono spesi esclusivamente questi fondi, ovvero per pastorale, poveri e Chiesa” è stato il messaggio registrato del cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti, presidente della Cei. Ed in un anno difficile, come ha ricordato Bassetti, proprio l’8xMille

“in tanta parte è stato usato per la carità proprio per venire incontro a disagi e situazioni complesse che la pandemia ha creato all’interno delle famiglie. Soldi che devono servire per l’annuncio del Vangelo e per la carità grazie ai quali possiamo potenziare le nostre Caritas per aiutare le famiglie povere, ma anche per i beni culturali e ambientali della Chiesa”.

Don Marco Briziarelli, direttore della Caritas di Perugia ha detto che nel 2020 sono stati erogati 200 mila euro come contributi per affitti, bollette e a sostegno dell’emergenza abitativa, oltre a sostenere i quattro Empori della Solidarietà del territorio, a supporto delle oltre 1.500 famiglie servite.