“Necessario maggiore coinvolgimento sul ‘nodino’ di Perugia, serve un tavolo tecnico”

187
 

“Necessario maggiore coinvolgimento sul ‘nodino’ di Perugia, serve un tavolo tecnico”. La nota del Consigliere regionale della Lega Valerio Mancini

Di seguito, la nota del Presidente della Seconda Commissione dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria, Valerio Mancini (Lega)

“La questione del ‘Nodino di Perugia’ necessita di ulteriori approfondimenti è opportuno pertanto istituire un tavolo tecnico coinvolgendo i vertici delle istituzioni regionali, quelli di Anas e gli amministratori locali dei comuni interessati. Il tema del ‘Nodino di Perugia’ è già da settimane all’ordine del giorno dei lavori della Seconda Commissione che, a seguito della presentazione di una petizione da parte dell’Associazione Colle della Strada, i cui rappresentanti sono stati già ascoltati in precedenza insieme ai vertici di Anas, è stata convocata mercoledì 28 aprile scorso, per un’audizione degli amministratori dei comuni coinvolti, alla presenza del Direttore regionale governo del territorio, Stefano Nodessi. Nel corso dell’audizione dell’Assessore ai lavori pubblici e ambiente del Comune di Perugia, Otello Numerini, e del Sindaco di Torgiano, Eridano Liberti, sono emerse in maniera ancora più evidente – sottolinea Mancini – le molteplici criticità e perplessità nel merito dell’opera. Si tratta di un’infrastruttura che rischia di avere un impatto devastante nell’ambiente, senza peraltro ovviare in maniera efficace e definitiva al problema del flusso del traffico. I territori che verrebbero coinvolti sono prettamente a uso agricolo, pertanto la realizzazione del ‘nodino’ comprometterebbe il lavoro di tanti imprenditori agricoli, oltre a deturpare il paesaggio. In merito alla petizione popolare presentata dall’Associazione Colle della Strada dovranno esprimersi sia la Seconda Commissione che l’Assemblea legislativa – conclude Mancini – pertanto sono necessari e urgenti ulteriori approfondimenti e valutazioni nel merito del progetto”.