“Monteluce: dall’abbandono della sinistra alla prossima finalizzazione del rilancio”

453

La nota di Paola Fioroni (Lega)

 

 

“Conoscere lo stato di avanzamento dei lavori preliminari della fase transitoria e gli intendimenti in merito alla possibile acquisizione di lotti del Comparto Monteluce, anche attraverso fondi del Pnrr”.

Il consigliere regionale Lega Umbria Paola Fioroni (vicepresidente dell’Assemblea legislativa), annuncia la presentazione di una interrogazione alla Giunta per comprendere i prossimi passi di un

“piano di rilancio che assicuri il completamento dell’intero complesso, in un’ottica di garanzia dei servizi e della sicurezza per gli abitanti del quartiere di Monteluce e dell’intera città di Perugia. La storia è tristemente nota: finanza creativa al posto di una semplice riqualificazione urbana – spiega Paola Fioroni – che ha causato l’azzeramento del valore immobiliare conferito dagli enti pubblici e condotto il Fondo immobiliare ad un passo dalla liquidazione. L’eredità lasciata dalle precedenti amministrazioni di sinistra alla Giunta Tesei su Monteluce ha rappresentato un dossier pesante e complicato da affrontare, non solo perché riguarda beni che erano pubblici, ma soprattutto perché coinvolge persone, famiglie, attività commerciali che risiedono in un quartiere, quello di Monteluce, che sta morendo, nonché le aziende locali che hanno lavorato nei cantieri senza essere pagate. Monteluce rappresenta una grande sfida vinta da questa maggioranza, ma non basta; ora serve andare avanti per finalizzare e concludere quanto prima questa vicenda. La Presidente Tesei – afferma Paola Fioroni – in risposta alla mia ultima interrogazione, aveva già confermato che il salvataggio del Fondo Umbria – Comparto Monteluce era stato finalmente realizzato. Il 17 novembre 2022 AMCO-PRELIOS SGR hanno confermato l’erogazione al Fondo Umbria della nuova finanza necessaria nell’ambito di un piano di risanamento per il pagamento dei creditori e la realizzazione nell’area di spazi residenziali, commerciali e di servizi di interesse pubblico, nonché il completamento delle opere di urbanizzazione. In una recente nota stampa della Giunta si informava dell’incontro tra la Regione Umbria, Comune di Perugia, proprietà e gestore del Fondo Monteluce per fare un approfondito punto della situazione sull’andamento del Comparto, anche a seguito del cambio di gestore del Fondo Umbria – Comparto Monteluce da BNP Paribas SGR a PRELIOS SGR, e l’inizio della prima fase transitoria di attività nell’area del complesso dell’Ex Ospedale di Monteluce a Perugia. Anche Ater sembra muoversi per manifestare il proprio interesse sugli immobili. In questo momento si potrà quindi ripartire su Monteluce – conclude Fioroni – nella consapevolezza del grande lavoro già fatto dalla presidente Tesei per assicurare la piena risoluzione di una questione annosa che ha causato un grave detrimento agli interessi pubblici e privati”.