Marsciano “Città Cardioprotetta”. A “Le Fornaci” un defibrillatore

637

È notizia di queste settimane l’adesione del Comune di Marsciano, primo in Umbria, al progetto ‘Cittàcardioprotetta’ promosso dalla società Pmg Italia. L’iniziativa, che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di agire celermente, con competenza e mezzi idonei in caso di interventi di primo soccorso, prevede anche l’implementazione nel territorio di defibrillatori e la formazione di volontari in grado di utilizzare gli strumenti salvavita. Ed è proprio in questa direzione che il centro commerciale marscianese Le fornaci si è mosso già da tempo rispondendo alle sollecitazioni che arrivavano dalla locale comunità e dall’amministrazione comunale, particolarmente attente a queste tematiche. La struttura ha così acquistato un defibrillatore, lo ha installato all’interno della galleria e ha istruito, con specifici corsi, dodici operatori dei negozi e del supermercato Conad presenti nel centro commerciale di PAC 2000A. “La drammaticità di alcuni eventi che hanno interessato anche il nostro territorio – ha commentato Alvaro Bartolini, responsabile del centro commerciale – e la comprensione della gravità del fenomeno ci hanno spinto, alcuni mesi fa, a organizzarci per rendere Le fornaci un luogo il più sicuro possibile, anche sotto questo aspetto. Ci auguriamo che la nostra iniziativa possa essere presa d’esempio anche da altre realtà commerciali, e non solo, così da rendere veramente effettivo il progetto Marsciano ‘Cittàcardioprotetta’”.