Magione: realizzato il primo campo da padel del Trasimeno

186
 

Magione: realizzato il primo campo da padel del Trasimeno. L’iniziativa di privati amplia l’offerta della cittadella sportiva del capoluogo con una struttura super panoramica

Realizzato a Magione, per iniziativa di privati, il primo campo per il gioco del Padel del Trasimeno.

“Si tratta di una variante più avvincente del tennis – spiega Matteo Gori che insieme a Paolo Poggioni per conto di Magione Padel Club ha investito sul progetto, affiancandosi ad Alvaro Rugelli, presidente Asd Magione già titolare della convenzione con il Comune di Magione per la gestione dei campi da tennis. Il padel si gioca con racchette che sono un incrocio fra i racchettoni e le racchette da beach tennis in un campo chiuso, all’inizio, da mura che consentono alla pallina di rimbalzare. Un gioco nato in Messico nel 1969 e che in pochi decenni, in Italia è arrivato agli inizi degli anni Novanta, ha letteralmente spopolato perché le persone si divertono tantissimo ed è veramente accessibile a tutti non richiedendo quelle abilità tecniche che sono prerogative del tennis”.

Il nuovo campo è stato realizzato nella zona della cittadella sportiva del capoluogo in particolare nell’area dove sono i campi da tennis.

“La società sportiva che li gestisce – spiega ancora Gori – di cui Rugelli è presidente ha, tra i vari compiti previsti dalla convenzione con il Comune di Magione, quello del miglioramento della struttura. Da qui l’idea di ampliare l’offerta con una disciplina sportiva che potesse consentire a più gente possibile di accedervi. Un’idea che si è dimostrata vincente visto che dal momento in cui abbiamo iniziato ad aprire le prenotazioni abbiamo avuto una grande risposta sia dal nostro territorio sia dal perugino che dalla vicina Toscana anche perché in questo momento in cui non è possibile praticare sport di gruppo il padel consente di poter fare attività fisica in un contesto sicuro dal punto di vista sanitario. Quello che crea grande suggestione – prosegue – è anche il fatto che si tratta di un campo super panoramico, costruito con gli standard di quelli professionistici, in cui le pareti laterali sono realizzate con materiale trasparente dando una visuale perfetta all’esterno mentre il tappeto è testurizzato quindi di alta qualità. Tra i nostri obiettivi c’è quello di crearne un altro a breve ma intanto miglioreremo il verde intorno e aspettiamo che passi questo momento di emergenza per poter fare l’inaugurazione ufficiale insieme all’amministrazione pubblica , l’ing Maurizio Fazi ed in particolare gli assessori Massimo Ollieri, lavori pubblici, e Massimo Lagetti, vicesindaco con delega allo sport che, per quello che gli compete ci hanno appoggiato in questo progetto e il responsabile dell’area lavori pubblici, ingegnere Maurizio Fazi”.

“L’iniziativa privata – commentano i due assessori – riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo di un territorio. In questo caso non solo dei privati hanno apportato un’importante miglioria a una struttura sportiva ma sono riusciti a incentivarne l’uso grazie ad un’idea innovativa”.

I campi possono essere prenotati online tramite l’app SportClubby è inoltre possibile prendere lezioni e affittare o acquistare nel piccolo corner shop interno alla struttura il materiale sportivo.