Magione: non si fermano le azioni di solidarietà pro terremotati

503

Magione fortemente solidale con le popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto. A partire dalla mobilitazione del settore protezione civile della Misericordia, che ha partecipato con due squadre ai primi momenti di allestimento di campi tenda per dare rifugio alle persone rimaste senza un tetto, per tutto il mese si sono susseguite iniziative per la raccolta di fondi.Da una parte associazioni, forze politiche e sociali pronte ad organizzare; dall’altra cittadini e imprenditori pronti a rispondere all’invito per portare aiuto alle popolazioni colpite. L’ultima arriva dalla proloco di San Savino che donerà 1.200 euro alla Misericordia di Magione derivanti dall’iniziativa di solidarietà proposta dall’organizzazione in occasione della Sagra del Gambero. La cifra va ad unirsi a quella raccolta con la cena di solidarietà organizzata dalle forze politiche e sociali del territorio (L’iniziativa è stata portata avanti dai segretari comunali dei partiti: Stefano Vinti, Pd; Francesco Rubeca, Fdi; Daniele Marcaccioli, Psi; Massimiliano Cofani, Prc; Vanni Ruggeri, in rappresentanza di Sel; Marco Menconi, Forza Italia; Roberto Passerini, consigliere comunale M5s; e al ricavato dell’iniziativa “Insieme per ricostruire Amatrice” che ha visto confrontarsi in un quadrangolare quattro associazioni di volontariato: Anonimi Perugini, Avis, Laboratorio Magione e Misericordia.
A queste si è aggiunta la consegna, da parte di tanti cittadini, di beni di prima necessità raccolti presso i punti Caritas. Associazione Villa2000, Magazzini Pesciarelli e Cancelloni Food service.
Il ricavato di tutte le iniziative, e dei tanti cittadini che autonomamente hanno deciso di dare un contributo, è confluito nel conto corrente aperto a questo fine dalla Misericordia di Magione che ha anche organizzato il trasporto dei beni raccolti.