“Lotteria della solidarietà”

759
La pioggia si abbatte sull'Umbria: temperature in calo
 

E’ stata presentata questa mattina in sala Rossa l’iniziativa, organizzata dal Gruppo amici Armando onlus con il patrocinio del Comune di Perugia, denominata “lotteria della solidarietà”. Il progetto, giunto alla sua seconda edizione, è volto a sostenere l’opera realizzata da Armando Catrana, missionario salesiano, in Mato Grosso (Brasile).

Catrana nasce a Perugia 77 anni fa; cresciuto nell’ambiente salesiano e mosso dall’insegnamento di don Bosco, decide a 25 anni di lasciare tutto per dedicarsi all’educazione dei giovani poveri ed emarginati in Brasile nell’ambito del progetto Mato Grosso. Qui, partendo dal nulla, ha fatto sorgere, dapprima a Poxoreo e poi a Tres Lagoas, alcuni oratori e centri giovanili che assistono migliaia di bambini delle favelas.

Nel 2002 il Comune di Perugia ha iscritto il nome di Catrana nell’albo d’oro della città in considerazione degli eccezionali meriti della sua opera.

Oggi il missionario perugino continua ad essere sostenuto da diversi benefattori e gruppi di amici, sorti spontaneamente in tutta l’Umbria, Emilia-Romagna (Forlì), Marche (Ancona) ed Abruzzo (Ortona). Questi gruppi hanno dato vita all’onlus “Gruppo Amici Armando” con l’obiettivo di organizzare al meglio la rete di aiuti e la raccolta delle offerte a sostegno del progetto.

Quest’anno si ripete l’iniziativa della lotteria – ha precisato il responsabile dell’onlus Massimo Orlandi – con lo slogan “adottiamo un missionario”.

La volontà è di raccogliere risorse utili per realizzare ulteriori progetti in Brasile, tenendo viva l’attenzione sull’attività dell’illustre perugino.

I biglietti (circa 50mila) – ha spiegato Sauro Bargelli – costeranno un euro ciascuno e potranno essere acquistati (da metà novembre circa) nelle sedi delle associazioni territoriali, delle parrocchie e presso gli appositi banchi che verranno posizionati nelle piazze e nei luoghi di interesse (supermercati, ecc.). Ai fini del successo dell’iniziativa, tuttavia, sarà determinante il passaparola.

Sono previsti premi finali a seguito dell’estrazione che si terrà il 9 aprile. Tuttavia il premio più importante sarà la consapevolezza di aver contribuito con un piccolo aiuto a migliorare una parte del mondo. Il 12 dicembre in sala dei Notari vi sarà un’iniziativa per promuovere la raccolta fondi, con un concerto “Rock in frac” ad ingresso gratuito.

All’incontro di questa mattina ha partecipato anche Armando Catrana; il missionario ha raccontato la sua esperienza cinquantennale in Brasile, partita da zero e poi sviluppatasi nel tempo. All’inizio è stato grande l’entusiasmo suscitato, anche nell’ambito delle Istituzioni brasiliane, dal progetto; poi, come spesso accade, nel tempo sono sorte le prime gelosie, da parte di associazioni, movimenti, politici, che, tuttavia, non hanno impedito al progetto di proseguire nella sua crescita esponenziale. Oggi la missione è molto apprezzata, perché offre servizi di vario genere, tutti gratuiti: non solo attività sportiva ed artistica, ma anche formazione ed avviamento professionale e corsi di qualificazione.

Attualmente oltre 1500 alunni all’anno partecipano ai corsi, mentre sono circa 600 i ragazzi presenti nell’oratorio e nei centri giovanili. Fino a qualche mese fa Catrana ha organizzato tutta l’attività da solo; ora si sono aggiunti allo staff quattro confratelli salesiani che devono coordinare circa 40-50 collaboratori.

“Il Comune – ha sottolineato l’assessore Dramane Wagué – ha appoggiato da subito l’iniziativa perché è rivolta a sostenere chi, con grande sensibilità, ha scelto di dedicare la propria vita per aiutare gli altri”. Secondo il pensiero dell’assessore in paesi ad alto tasso di povertà, come appunto il Brasile, serve un’educazione rivolta ai giovani che non può essere lasciata solamente alle famiglie, spesso non in grado di farlo. E’ determinante, dunque, il contributo di chi, come Catrana, opera per allontanare i giovani dai rischi connessi alle situazioni di povertà, fame e miseria.

“Si parla tanto di cooperazione internazionale e di sviluppo delle aree disagiate, ma di azioni concrete se ne vedono poche. Ed allora ben venga l’attività dei missionari che possono contribuire realmente ad attivare percorsi virtuosi di socialità e di accesso al mondo del lavoro. L’Amministrazione Comunale di Perugia è pronta a garantire tutto il sostegno possibile a tutti coloro che si impegnano giornalmente per gli altri, specie ove le condizioni di vita sono estreme”.

Tutte le informazioni sulla lotteria sono disponibili sul sito: www.amiciarmando.it