L’opera poetica di Biagio Marin nelle lettere con Anna De Simone

134
   

L’opera poetica di Biagio Marin nelle lettere con Anna De Simone
Incontro online il 21 marzo, Giornata mondiale della poesia. Interverranno Marco Munaro, editore, e Ombretta Ciurnelli, poeta in dialetto.

MAGIONE 19 marzo 2024 – La poesia “ricca di luce” di Biagio Marin messa in evidenza dal carteggio con Anna De Simone nel volume “Lasciami il sogno”, pubblicato dall’associazione per la poesia e casa editrice Il Ponte del Sale a cura di Edda Serra, è al centro dell’incontro online in programma il 21 marzo, Giornata mondiale della poesia, alle ore 17 nell’ambito delle iniziative legate al Premio letterario Vittoria Aganoor Pompilj organizzato dal Comune di Magione (Pg).
All’incontro, che si può seguire sulla pagina Facebook del Premio e sul canale You Tube Magione live, interverranno Marco Munaro, editore, e Ombretta Ciurnelli, poeta in dialetto. Coordina l’incontro Luigina Miccio, Komunicareleditoria.

Il volume raccoglie le lettere che Anna De Simone, giovane professoressa d’italiano in un liceo di Milano, si scambia dal 1982 al 1985 con il poeta Biagio Marin, ultranovantenne e malato, folgorata dalla sua poesia. Si tratta di un carteggio in cui si vede il nascere di un’amicizia che si farà sempre più profonda e intima mentre, in parallelo, vi si leggono le diverse fasi che porteranno alla stesura, tra esitazioni e senso di inadeguatezza da parte di Anna De Simone, della biografia “L’Isola Marin. Biografia di un poeta”, pubblicata da Liviana, dedicata all’amato poeta che sarà pubblicata alcuni anni dopo la scomparsa di Biagio Marin.
Un carteggio da cui emergono le poetiche visioni di Grado dove il poeta è nato e dove trascorrerà i suoi ultimi anni morendovi nel 1985. Nella formazione umana e poetica di Biagio Marin, la terra d’origine, il paesaggio che gli ha dato i natali, che ha accolto in particolare la sua infanzia e, poi, dal ’68 gli ultimi diciotto anni della sua vita, è risultata determinante.