Legge su acque minerali: “audizioni in seconda commissione per la tutela di un patrimonio della nostra regione”

112
Nella foto: Valerio Mancini
 

Legge su acque minerali: “audizioni in seconda commissione per la tutela di un patrimonio della nostra regione”. La nota del consigliere regionale Valerio Mancini (Lega)

“La Seconda Commissione attiverà un percorso di audizioni durante la prossima settimana per istituire un dialogo con tutti i soggetti portatori di interesse per discutere il disegno di legge che prevede modificazioni e integrazioni alla Legge regionale ‘22/2008’ sulla ricerca, la coltivazione e l’utilizzo delle acque minerali, di sorgente e termali”.

Lo ha reso noto il presidente della Seconda commissione, Valerio Mancini (Lega).

“Questo è un tema molto sentito che riscontra l’interesse non soltanto dei territori coinvolti, ma anche delle associazioni di consumatori. Pertanto, abbiamo in programma due cicli di audizioni in Seconda commissione: mercoledì 13 gennaio verranno ascoltati i sindaci insieme ai rappresentanti delle Comunanze Agrarie e venerdì 15 convocheremo i rappresentanti delle sigle sindacali, i presidenti delle associazioni dei consumatori e di Confindustria Umbria. La nostra regione è ricca di sorgenti idrominerali, dalle quali sgorgano acque di tipo oligominerale, medio-minerale e termale ed è fondamentale che il documento che approderà in Aula tenga conto delle istanze che provengono dalle amministrazioni locali e dal mondo dei consumatori. L’acqua è un bene prezioso il nostro impegno nella tutela di questo patrimonio umbro sarà massimo e valuteremo con attenzione tutte le necessità e richieste che sopraggiungeranno dai soggetti con cui dialogheremo nei prossimi giorni”.