Le Stagioni teatrali di Athanor Eventi a Bevagna e Lugnano in Teverina

693

Nel mese di dicembre 2015 si apriranno i sipari del teatro Torti di Bevagna e dello Spazio Fabbrica di Lugnano in Teverina con due stagioni firmate dall’Athanor Eventi, realtà che da più di 10 anni opera in Umbria nello spettacolo dal vivo. Due originali cartelloni artistici, che andranno avanti fino ad aprile 2016, composti da spettacoli di drammaturgia contemporanea, musica jazz e commedia brillante: 7 gli spettacoli per Bevagna e 5 per Lugnano in Teverina. Diversificare l’offerta culturale ed offrire al pubblico la possibilità di sperimentare stagioni innovative che rappresentino al meglio la produzione artistica che il nostro tempo ci regala, creare collaborazioni, ideare nuovi contenitori, mettere in rete le strutture professionali del territorio per poter offrire agli artisti una maggiore visibilità, essere propositivi per essere innovativi, dare spazi per dare spazio: sono questi gli obiettivi che Athanor Eventi vuole inseguire grazie alle due stagioni. La stagione teatrale 2015/2016 al teatro F. Torti di Bevagna è la seconda sotto la direzione artistica ed organizzativa di Athanor Eventi. Lieta di aver avuto l’approvazione e la riconferma dall’Amministrazione comunale di Bevagna ed il sostegno della Fondazione Carifol per la precedente stagione, Athanor Eventi ha ampliato la programmazione arricchendola di uno spettacolo, puntando anche sul  sostegno del pubblico che lo scorso anno ha aderito con entusiasmo alla programmazione. Il cartellone è stato diversificato per rispondere alle diverse esigenze del pubblico, aggiungendo alla drammaturgia contemporanea, i classici d’autore. Si parte l’11 dicembre con uno spettacolo di teatro-canzone dal titolo “Nel nome del padre”: Marco Morandi alle prese con un divertente viaggio musicale, suonato dal vivo con una band di tre elementi, all’interno della sua vita artistica e personale con un’attenzione particolare ad alcuni pezzi storici del padre che, a suo modo, prenderà parte allo spettacolo. Si prosegue il 23 gennaio con un classico rivisitato dalla brillante regia di Matteo Tarasco: “Enrico IV (ma forse no)”, con Sisy Diop, Federico le Pera, Tiziano Panici, Brenno Placido. Il 13 febbraio, un classico del teatro napoletano: “Filumena Marturano” di Eduardo, con Alida Tarallo e Mario Antinolfi. A marzo due appuntamenti, con la commedia e con la danza: il 6 marzo Michele La Ginestra e Beatrice Fazi sono i protagonisti dell’esilarante “Ti posso spiegare” commedia degli equivoci per una coppia ormai collaudata, e il 19 marzo la Compagnia Nazionale Raffaele Paganini in un “Galà di danza” ripercorre la storia della illustre formazione attraverso un “amarcord” dei suoi più grandi successi. Inoltre, il 25 aprile toccherà alla comicità di Greg, con lo spettacolo“AgGREGazioni”. E infine qualche giorno prima, il 10 aprile, il concerto del pianista folignate Giovanni Guidi, “High voltage trio”, inaugura una collaborazione, che l’Athanor si augura duratura, con Young Jazz, il festival Jazz folignate che vanta già illustri collaborazioni, per prima quella con Umbria Jazz. Sempre Giovanni Guidi (tra l’altro direttore artistico di Young Jazz) e sempre ad aprile, infatti, sarà presente oltre che a Bevagna anche nel cartellone della Stagione di Spazio Fabbrica a Lugnano in Teverina con una formazione di respiro internazionale (Thomas Morgan e Joao Lobo) il23 aprile. La Stagione di Spazio Fabbrica inaugura così un’altra collaborazione, dopo quella con Young Jazz anche quella con JazzUp, festival jazz presente da anni a Viterbo e nella Tuscia (per creare quindi anche una rete fra i due festival): il 13 dicembre l’apertura di stagione segna così il debutto nazionale di Journey, il nuovo progetto musicale del sassofonista Marcello Balena, che a Spazio Fabbrica sarà in quintetto live con Saverio Federici, Antonio Lusi, Cristian Pratofiorito, Valter Vincenti e la guest star Enrico Zanella. La stagione prosegue a febbraio con un doppio appuntamento con la commedia: il 14 febbraio andrà in scena “Parole, Parole, parole”, la nuova produzione di Carlotta Proietti e Matteo Vacca con l’illustre regia di Gigi Proietti e il 21 febbraio il nuovo one-man-show di Michele La Ginestra, “Mi hanno rimasto solo”. Il 12 marzo infine Tiziana Foschi interpreta tre atti unici di Stefano Benni e Cinzia Villari in “Cibami”, accompagnata dalla voce e dalla chitarra di Piji.