Le celebrazioni per i 206 anni della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri

242
 

Le celebrazioni per i 206 anni della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. I messaggi di Bacchetta, Romizi e della Provincia di Terni

Di seguito riportiamo il messaggio del Presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta per i 206 anni di fondazione dell’Arma dei Carabinieri

“La data del 5 giugno ricorda il conferimento della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare concessa alla Bandiera di Guerra dell’Arma dei Carabinieri fondata il 13 luglio 1814. Era il 1920, i militari dell’Arma si erano distinti per atti eroici e tenace attaccamento al dovere durante la Prima Guerra Mondiale, da allora il vessillo è stato decorato da innumerevoli onorificenze a testimonianza del valore inestimabile che i Carabinieri rappresentano per il nostro Paese. Quest’anno per motivi legati all’emergenza sanitaria, derivante dal Covid 19, i festeggiamenti per i 206 anni dalla fondazione si svolgeranno in maniera ridotta, ma nulla tolgono all’alto valore dell’evento. Anzi proprio in questi giorni in cui permane un clima di preoccupazione per lo tsunami che ha investito l’Italia e il mondo, rivolgiamo ancora più sentitamente un pensiero grato ai militari dell’Arma per la dedizione, la competenza e la generosa disponibilità che, con coscienza, senso di equilibrio e responsabilità, hanno attuato nel territorio della Provincia di Perugia e in tutto il territorio nazionale. I carabinieri rappresentano per gli italiani un punto di riferimento insostituibile anche grazie ai presidi diffusi fin nelle zone più remote e disagiate. Penso alle località della nostra provincia più lontane dal capoluogo, dalla Valnerina alle zone appenniniche più impervie. Gli uomini dell’Arma in questa occasione, come in quella del terremoto, hanno assistito le popolazioni arrivando a soccorrere anziani e famiglie portando beni di prima necessità e medicinali a chi, a causa del lockdown, non aveva modo di approvvigionarsi. Con l’augurio di poter festeggiare al meglio i 207 anni della fondazione dell’Arma ringrazio, a nome della comunità provinciale, il comandante della Legione, generale di brigata Massimiliano Della Gala e il comandante provinciale di Perugia, colonnello Giovanni Fabi per la puntuale e efficace organizzazione dei propri uomini che nel contempo hanno continuato ad assolvere il servizio di contrasto al crimine”.

Sempre per celebrare questa ricorrenza, il Sindaco di Perugia Andrea Romizi ha voluto ringraziare la Legione Umbria per l’impegno quotidiano a supporto della sicurezza dei perugini.

“Ricorre oggi il 206esimo annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri -èscritto in una nota del Sindaco- e in questa occasione intendo ringraziare di cuore l’arma tutta, ma soprattutto la Legione Carabinieri Umbria per la collaborazione, la professionalità e l’umanità che, ogni giorno, mette in campo per la sicurezza di tutti noi. A causa delle disposizioni vigenti non è stato possibile poter partecipare alla tradizionale cerimonia, come comunicato dal Comandante, generale di brigata Massimiliano Della Gala, -ha concluso- ma ritengo comunque doveroso esprimere un ringraziamento da parte mia e dell’amministrazione comunale tutta.”

L’anniversario dell’Arma dei Carabinieri è stato celebrato anche a Terni. Nel corso della sobria e semplice cerimonia a causa del Covid, alla quale ha partecipato anche il prefetto Dario Emilio Sensi, è stata deposta una corona presso la targa dedicata al carabiniere Raoul Angelini, ucciso dai nazi-fascisti il 1 giugno 1944, al quale è intitolata la caserma sede del comando. La celebrazione è stata anche l’occasione per tracciare un bilancio dell’attività svolta nell’ultimo anno da tutti i reparti del comando, insieme a quelli del gruppo carabinieri forestale. Sono in totale 4 mila i delitti per i quali l’Arma ha proceduto negli ultimi 12 mesi, 72 le persone arrestate, mille 200 quelle denunciate.