La comicità di Massimiliano Gallo conquista il pubblico del Morlacchi

148
Foto: Michele Mencaroni

La stagione del Teatro Stabile dell’Umbria prosegue con l’anteprima nazionale della brillante commedia scritta e diretta da Ivan Cotroneo

 

Prosegue con un’anteprima nazionale la stagione del Teatro Stabile dell’Umbria 2022/2023. Al Teatro Morlacchi di Perugia, in scena “Amanti”, brillante commedia inedita, scritta e diretta da Ivan Cotroneo.

Protagonista assoluto, l’attore napoletano Massimiliano Gallo, conosciuto per aver interpretato di recente, tra le altre, la fortunata fiction di Rai Uno, “Vincenzo Malinconico: avvocato di insuccesso” ma anche il capolavoro di Eduardo De Filippo “Filumena Martorano” che, grazie alla sua comicità tipica napoletana, ha saputo intrattenere e conquistare il pubblico presente.

Non da meno anche la performance di Fabrizia Sacchi, bravissima nell’interpretazione della protagonista al femminile, Claudia.

Foto: Michele Mencaroni

2 ore coinvolgenti e ricche di risate, intervallate però anche da momenti più introspettivi che fanno riflettere lo spettatore. Lo stesso regista, infatti, nella prefazione definisce la sua opera

“una commedia divertente con situazioni e dialoghi che strappano risate. Ma anche un’esportazione dei sentimenti di una coppia che nella clandestinità trova rifugio, conforto, divertimento, ma anche affanno, preoccupazione e forse pericolo”.

Foto: Michele Mencaroni

“Amanti” è il racconto di Claudia e Giulio, entrambi sposati e con problemi di coppia. Claudia è profondamente insoddisfatta del suo matrimonio con Roberto (interpretato da Diego D’Elia) poiché non riesce ad avere un bambino, mentre Giulio sposato con Laura (Eleonora Russo) e con tre figli, si sente oppresso da questo rapporto. Per fronteggiare le loro crisi coniugali, entrambi i protagonisti ricorrono ad una psicoterapeuta – inconsapevolmente la stessa – specializzata in problemi di coppia: la dottoressa Gilda Cioffi (Orsetta De Rossi). Ed è proprio davanti all’ascensore che porta allo studio dell’analista che nasce la relazione tra Claudia e Giulio. La scintilla scocca subito e, in pochi giorni, diventano amanti. La storia, quindi, si sviluppa alternando gli incontri clandestini in albergo ai dialoghi che ciascuno dei due ha con la dottoressa Cioffi, del tutto ignara della relazione tra i suoi pazienti (ne verrà a conoscenza solo alla fine). La commedia è un continuo susseguirsi di verità e menzogne, incasinamenti e prudenza, sensi di colpa e momenti di sollievo dalle angustie quotidiane, fino a che un evento inatteso – ma non troppo – cambierà per sempre il loro destino.

Michele Mencaroni