In mostra a Perugia “In Punta di pennello”, natura e cultura nell’arte giapponese

131
 

Fino al 31 gennaio workshop e conferenze per scoprire il mondo orientale e i legami con l’Umbria

 

È un legame che parte da lontano, quello tra il Complesso Monumentale di San Pietro – oggi sede del Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Ateneo perugino – e il Giappone: l’8 giugno del 1585 a San Pietro arrivò infatti in visita la prima missione diplomatica giapponese in Europa.

Per questo il Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (Cams) dell’Università degli studi di Perugia, ospita la Mostra introdotta “in persona” da Hokusai – l’artista giapponese più noto in occidente – la mostra si sviluppa attraverso dieci sezioni in cui le opere e i manufatti esposti saranno virtualmente presentati e spiegati attraverso dei video animati da alcuni dei più famosi personaggi della storia della cultura giapponese.

Ad aprire la mostra l’opera simbolo di Hokusai, “Onda”, che ha cominciato ad essere raffigurata ovunque, diventando di fatto l’opera d’arte più riprodotta della storia.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10,00 alle 18,00. Il biglietto dà diritto all’accesso a tutte le conferenze, chiedendo l’emissione del biglietto ‘nominativo’.

Per scoprire tutte le attività e acquistare i biglietti visitare il sito Cams al link https://www.centrocams.it/

“In punta di pennello. Natura e cultura nell’arte giapponese”, è promossa da CAMS – Centro di Ateneo per i Musei scientifici Unipg e Fondazione per l’Istruzione Agraria in Perugia.

Camilla Squarta