Fiera dei Morti 2015: tutte le novità e il programma

1022
   

Si è tenuta a Palazzo dei Priori, alla presenza dell’Assessore Cristiana Casaioli, del Presidente del Consorzio Perugia In Centro Sergio Mercuri, di Marco Brilli in rappresentanza dell’Associazione FareFacendo e dei rappresentanti di Umbria Mobilità Esercizio Velio Dal Bolgia e di Minimetrò Spa Valentina Treppiedi, la presentazione dell’edizione 2015 della tradizionale Fiera dei Morti, che si svolgerà dall’1 al 5 novembre prossimo.

LE NOVITA’ DELL’EDIZIONE 2015 Tra le novità più significative di quest’anno, la prima edizione deLa Fiera dei Morti anche al Bacio – L’agricoltura è in città ”: la nuova tappa in Piazza del Bacio della antichissima fiera dei morti che, alle sue origini, si svolgeva a Perugia il giorno di Ognissanti e dove si vendevano animali  (mucche, galline, asini) e i prodotti della terra .

Oltre alla tradizionale Fiera in Piazzale Umbria Jazz a Pian di Massiano e nel centro storico di Perugia, la Fiera toccherà, dunque, anche Fontivegge, proprio per riportare in quel luogo le tradizioni antiche che contraddistinguono la città, con la precisa volontà dell’amministrazione comunale di dare nuovo impulso al quartiere attraverso il riconoscimento dell’identità perugina, fatta anche di valori legati all’ambiente e alle produzioni agricole.

In Piazza del Bacio, spazio all’educazione ambientale, alla coltivazione, all’allevamento e alla Fattoria Virtuosa, ovvero la fattoria come unità a ciclo chiuso, come lotta allo spreco, autosufficienza e impatto zero. Una curiosa anteprima di un altro importante progetto, L’Orto in fiore, che, proprio a partire da Fontivegge, coinvolgerà tutta la città nel prossimo mese di aprile 2016, in occasione della Giornata Mondiale della Terra. Oltre agli spazi commerciali di prodotti della terra, ci saranno anche aree di attività e animazione a tema.

Altra novità importante dell’edizione 2015 della Fiera dei Morti, sarà l’originale percorso di street food che si terrà lungo le principali vie dell’acropoli con i chioschi realizzati appositamente per la cucina in  strada. Si potranno degustare le tipicità enogastronomiche dell’Umbria, quelle delle regioni d’Italia e quelle provenienti dalle città gemelle.

In centro storico, in coerenza con uno degli obiettivo dell’amministrazione, sarà data particolare attenzione agli allestimenti e alla qualificazione dello spazio urbano grazie al design in legno e ai materiali di pregio utilizzati per la realizzazione delle strutture stesse, opera del Consorzio Perugia in centro.

Pian di Massiano-Piazza del Bacio-Centro storico: il collegamento tra le tre diverse piazze  della Fiera dei Morti sarà garantito dal servizio di trasporto pubblico urbano. Minimetrò e Umbria Mobilità mettono, infatti, a disposizione dei cittadini un biglietto unico Speciale Fiera al costo di 3,50 euro per l’intera giornata, valido 24 ore dalla prima convalida, che permetterà a tutti di utilizzare il servizio pubblico anche più volte nell’arco della stessa giornata, così da visitare tutta la fiera  con facilità.

LA FIERA: STAND E PRODOTTI A Pian di Massiano troveranno spazio ben 518 postazioni, con le seguenti specificazioni:

  • 481  riservati ad operatori commerciali
  •    20  riservati ad artigiani
  • 17   riservati a produttori agricoli

Qui, le merceologie più diffuse saranno prodotti per la persona (abbigliamento e biancheria intima, calzature, pelletteria, bigiotteria, profumeria, abbigliamento sportivo, caccia e pesca); prodotti per la casa (biancheria per la casa, tappeti, mercerie, casalinghi, libri, quadri e stampe); erboristeria, ferramenta, accessori auto, giocattoli; prodotti alimentari in genere (dolciumi, salumi, formaggi, frutta secca) e punti di ristoro lungo tutti gli itinerari (porchetta, torta al testo, panini, crepes, caldarroste).

Tra i prodotti artigiani si potrà avere un’ampia scelta di ceramiche, mobili in legno, oggettistica, articoli orientali, ferro battuto e vetro, mentre i produttori agricoli proporranno prevalentemente piante da orto e da giardino, frutta, verdura, miele.

In Piazzale Umbria Jazz si troverà anche il Centro Servizi comunale dove saranno gestite le attività amministrative, e verrà fornita assistenza  agli operatori commerciali e informazioni ai cittadini su tutto ciò che riguarda la fiera.

Immancabile anche quest’anno lo stand  dell’Associazione G.B. Vermiglioli, che realizza per l’occasione l’annullo postale sulle cartoline commemorative della Fiera dei Morti, come  quello del Perugia Calcio che continua la propria attività sociale nell’ambito degli eventi tradizionali della Città e di associazioni no profit per la loro raccolta fondi  (da Emergency alla Croce Rossa Italiana, dall’Unitalsi all’Associazione Cordillera Blanca Onlus e all’Associazione L’Avvenire dei Bambini Onlus; dalla Comunità Passionista di Montescosso all’Associazione Famiglie del Perù, fino all’Associazione Banda a quattro zampe e Fontenuovo Fondazione Onlus).

Anche la Confcommercio di Perugia con il proprio ufficio mobile attiverà uno sportello informativo, così come altre associazioni cittadine del perugino (Fontivegge Insieme, Comitato Umbro Acqua Pubblica, Cnosfap Umbria) per dare informazioni sui servizi che le stesse svolgono nel territorio.

La Fiera dei Morti anche in Centro conta circa 80 operatori e sarà caratterizzata come da tradizione, dalle eccellenze degli espositori di artigianato artistico di qualità, abbigliamento, oreficeria, presepi, ceramica, giochi in legno, decorazioni per il natale, le tipicità regionali del gusto, con le specialità enogastronomiche italiane e i prodotti delle città gemelle di Perugia.

Come già anticipato, troverà spazio tra le vie principali dell’acropoli un percorso di street food in cui si potranno gustare le eccellenze regionali e non solo.

Immancabile, dunque, l’appuntamento con le città gemelle di Perugia che andranno a riempire Piazza Italia con prodotti e tipicità provenienti da 4 paesi diversi: la Germania, la Slovacchia, la Francia e gli Stati Uniti.

Tutte e sei le città gemellate, le europee Aix en Provence, Bratislava, Tübingen, Potsdam e le americane Grand Rapids e Seattle, hanno voluto essere alla Fiera dei Morti  nonostante i tempi di crisi che non facilitano la partecipazione di piccole aziende artigiane a mercati internazionali riconfermando così i buoni rapporti di amicizia e di scambio con Perugia.

VISITARE LA FIERA DEI MORTI L’orario della fiera sarà, per tutti e cinque i giorni e in tutte e tre le sedi dalle 9,00 del mattino alle 9,00 di sera.

Per l’occasione saranno in vendita, nei giorni della Fiera, biglietti giornalieri UP al prezzo scontato di 3,50 euro da utilizzare sull’intera rete di trasporto pubblico del Comune di Perugia. Tali biglietti saranno caratterizzati dalla dicitura “Speciale Fiera” e si potranno acquistare sia presso le biglietterie di Umbria Mobilità Esercizio del Bus Terminal di Piazza Partigiani, della Stazione FS e della sede aziendale in Str. Santa Lucia 4, sia nelle biglietterie automatiche presenti in tutte le stazioni del Minimetrò e nelle rivendite autorizzate UP.

Domenica 1 Novembre, dunque, Umbria Mobilità incrementerà le corse giornaliere della Linea F (dalle ore 9:05 alle ore 20:30) e della Linea G (dalle ore 7:35 alle ore 20:00) ad integrazione dei normali orari di esercizio festivi.

Anche il Minimetrò Domenica 1 Novembre resterà aperto dalle 8,30 fino alle 21,15 (ultima corsa) anziché le 20,30, mentre negli altri giorni dalle 7,00 alle 21,05 (ultima corsa)

Si ricorda, inoltre, che la viabilità nell’area di Pian di Massiano sarà modificata dal 31 ottobre al 5 novembre, dalle 7 del mattino alla mezzanotte in modo da permettere il deflusso non solo dei visitatori, ma anche degli espositori. Tutte le informazioni saranno indicate anche sul sito del Comune di Perugia.

DICHIARAZIONI CONFERENZA STAMPAL’Assessore Cristiana Casaioli, nel presentare le novità dell’imminente edizione della Fiera dei Morti, ha annunciato anche un’altra importante novità che sarà presentata subito dopo la Fiera. “Nell’ottica di una qualificazione del centro storico in occasione di eventi come la fiera dei morti, è stato indetto un concorso, in collaborazione con Perugia In Centro, rivolto agli Istituti di Design, per progettare strutture espositive coerenti con l’ambiente dell’acropoli. Sono stati presentati oltre 50 progetti che, il prossimo 30 ottobre dovranno essere vagliati da un’apposita commissione. Conto –ha concluso l’assessore- che intorno al 10 novembre, quindi subito dopo la fiera, ci possa essere la presentazione ufficiale, per poi dare vita, in vista del Natale, ad un vero e proprio Villaggi del Natale, che caratterizzerà in maniera unica ed esclusiva il cento storico di Perugia.

L’assessore ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile, anche quest’anno, ai cittadini il tradizionale appuntamento con la Fiera dei Morti. “Oltre agli uffici del Comune di Perugia che, con professionalità e impegno, hanno lavorato e lavoreranno, un ringraziamento particolare a tutti coloro che contribuiscono ad assicurare una serena fruibilità della manifestazione, dalla Polizia Municipale, all’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e la Croce Rossa Italiana.

Il Presidente di Perugia In Centro Sergio Mercuri ha tenuto a ricordare come la Fiera dei Morti sia nata in centro e in centro sia da riportare, riscoprendo le tradizioni e la storia di Perugia. In quest’ottica –ha detto- va visto il percorso di Street Food, con i piatti preparati dai commercianti perugini sulla base della gastronomia locale più tradizionale.

Marco Brilli, intervenuto in conferenza per l’Associazione FareFacendo, ha dettagliato l’appuntamento di Piazza del Bacio, definendolo una “sperimentazione che avrà sicuramente un prosieguo”. Nata dalla necessità di caratterizzare i luoghi con contenuti di qualità –ha detto Brilli- la Fiera in Piazza del Bacio non poteva che avere una connotazione legata all’Ambiente, all’Agricoltura e al Turismo Verde con un’area commerciale e attività a tema.

Ad indicare i dettagli del trasporto pubblico urbano sono stati Velio Dal Bolgia di Umbria Mobilità Esercizio e Valentina Treppiedi per Minimetrò Spa, che hanno sottolineato la volontà, condivisa con l’Amministrazione comunale, di favorire la fruibilità dell’evento attraverso facilitazioni che incrementino l’uso del mezzo pubblico piuttosto che di quello privato.

Anche la Comandante della Polizia Municipale, Nicoletta Caponi è intervenuta in conferenza per spiegare che i Vigili Urbani non saranno impegnati solo nel controllare la viabilità, al fine di evitare criticità al traffico e nei parcheggi nelle aree limitrofe alla fiera, ma anche, come ormai da anni, nella lotta all’abusivismo commerciale e alla contraffazione, insieme alle altre forze dell’ordine. “Ricordiamo –ha concluso la comandante- che in caso di verifica e accertamento della violazione, non viene sanzionato solo il venditore, ma anche l’acquirente”.

INAUGURAZIONE UFFICIALE DELLA FIERA Domenica 1 Novembre, il Sindaco Andrea Romizi e l’Assessore al Commercio, Artigianato e Mobilità Cristiana Casaioli inaugureranno ufficialmente la Fiera dei Morti 2015, con ben tre cerimonie, in ognuna delle locations.

Alle 9,30, primo appuntamento a Pian di Massiano, alle 11,00 il secondo in Piazza del Bacio, per poi concludere, alle 12,00 in Piazza Italia.