Fiaccola benedettina all’ambasciata d’Italia in Portogallo

139

Presentati territori di Norcia, Subiaco e Cassino

 

La Fiaccola Benedettina è stata accolta presso l’ambasciata d’Italia in Portogallo.

Luogo d’eccezione anche per la presentazione dei territori di Norcia, Subiaco e Cassino uniti nel marchio ‘Terre di San Benedetto’.

“La visita rafforza ulteriormente i punti di congiunzione tra l’Italia e il Portogallo, ed è inoltre una ulteriore testimonianza del legame indissolubile tra storia, spiritualità e tradizioni che è proprio della nostra Penisola”, ha sottolineato l’ambasciatore Carlo Formosa, secondo quanto si legge in una nota del Comune di Norcia.
“Tutti hanno avuto modo di apprezzare la bontà dell’offerta turistica dei nostri territori legata al vasto paniere di prodotti tipici e di eccellenza di cui disponiamo e abbiamo informato i presenti anche del percorso che la nostra città ha intrapreso per la candidatura a City of Gastronomy Unesco nel 2025”, ha detto il sindaco Nicola Alemanno. “Siamo felici di essere qui nella vostra terra – ha aggiunto – per cui sono molte ragioni che possono rappresentare un legame profondo tra le nostre comunità e il vostro Paese. Vi ringraziamo di cuore per la vostra ospitalità. Da oltre 50 anni la fiaccola fa visita alle capitali europee, lo scorso anno a Madrid e completiamo qui a Lisbona il tour nella penisola Iberica”.
Le delegazioni di Norcia, Subiaco e Cassino, guidate dai sindaci Nicola Alemanno, Domenico Petrini ed Enzo Salera, sono state quindi accolte all’Assembleia da Repubblica, il Parlamento portoghese nella storica costruzione del Palácio de São Bento (San Benedetto), un edificio neoclassico costruito sopra un monastero benedettino, dal presidente della Commissione Affari europei, Luís Capoulas Santos.
Successivamente al Palazzo comunale e, nel pomeriggio, nella sede della Commissione europea in Portogallo dal Capo della Rappresentanza in Portogallo, Antonio Vicente.