Elisoccorso Umbria in funzione tra gennaio e febbraio

221
Foto Ansa

Da Foligno soccorso in 20 minuti nelle località più lontane

   

L’elisoccorso regionale dell’Umbria entrerà in funzione tra fine gennaio e inizi febbraio 2024.

La sua base operativa sarà l’aeroporto di Foligno, considerato baricentrico rispetto al territorio umbro, così da garantire in tempi rapidi – circa 20 minuti – per raggiungere anche le località più lontane e impervie. L’equipe che si alzerà in volo sarà formata da due piloti, un medico, un infermiere e un tecnico di elisoccorso. Il servizio, che avrà un costo di circa 25 milioni di euro in sei anni, è stato presentato stamani nella palazzina Enac di Foligno dalla presidente di Regione, Donatella Tesei, dal sindaco Stefano Zuccarini, dal direttore generale della sanità umbra Massimo D’Angelo e dalla direttrice di Enac Silvia Ceccarelli.

“Il servizio inizialmente sarà operativo di giorno, per poi estendersi alle 24 ore una volta che avremo individuato tutte le piazzole di atterraggio necessarie”, è stato spiegato sia dalla governatrice Tesei che dal direttore D’Angelo. “Da oggi – ha aggiunto la presidente – iniziano le selezioni per il personale medico e infermieristico, mentre la società che si è aggiudicata il bando di gara dell’elisoccorso avrà quattro mesi di tempo per realizzare quanto necessario alla creazione della centrale operativa all’interno di questi aeroporto”.

“Si tratta di una riorganizzazione dell’emergenza urgenza che punta alla qualità massima del servizio in condizioni di tempodipendenza, dai circa 70 voli annui finora svolti in convenzione con le Marche, si passerà, se necessari, a 400-450”, ha sottolineato invece il direttore generale della sanità.

Per il sindaco Zuccarini si tratta di

“un riconoscimento e un’opportunità importante per la città di Foligno che si mette vidi al servizio della sanità regionale”. “L’elisoccorso nel nostro aeroporto – ha aggiunto – dà anche l’opportunità di tenere aperte le piste tutti i giorni e questo consentirà lo sviluppo del nostro scalo”.

 La direttrice Ceccarelli ha, infine, evidenziato, la celerità dei tempi amministrativi con cui si è arrivati all’accordo.