Contributi economici alle attività del centro storico di Magione

90

Contributi economici alle attività del centro storico di Magione. A usufruirne due attività di pubblici esercizi e un’azienda di falegnameria e interior design

Sono tre le piccole imprese che hanno usufruito del contributo economico previsto dal Comune di Magione per il biennio 2018-2020 per coloro che, nel triennio in questione, hanno aperto una nuova attività, o rilevato una esistente, nel centro storico del capoluogo. Un’opportunità che hanno colto le due imprenditrici donne, Barbara e Sabrina, di Bistrot 1970 in via XX Settembre che hanno rilevato un precedente bar rinnovandolo completamente. Con un’esperienza ventennale nella ristorazione, propongono in un ambiente che ricorda, come dice il nome, i tipici locali francesi, una cucina semplice ma raffinata, tutta rigorosamente con prodotti di qualità con un occhio attento al territorio.

Contributi anche per il bar Pdm in corso Marchesi dove la clientela trova un ambiente più internazionale con buone birre e la possibilità di ascoltare tutti i generi musicali.

Del tutto nuova invece, l’attività Labotek creations  che, sempre in corso Marchesi, opera nella falegnameria e interior design.

Gli incentivi economici, tutti con relativa documentazione, possono esser utilizzati per diverse tipologie di interventi quali: ristrutturazione, utenze, attrezzature, adeguamento degli impianti o canone di locazione fino a un massimo di 1.500 euro.

Lo stesso bando prevedeva l’esenzione dalla Tari per il triennio 2019/2021 in favore delle piccole imprese e le microimprese che iniziano il possesso o la detenzione di locali ove avviano la propria attività commerciale, anche per subingresso, che siano posti sempre nel centro storico.