“Caro energia, futuro delle cementerie eugubine e richiesta del marchio D.O.P. per la castagna altotiberina: questi i prossimi appuntamenti in Seconda Commissione”

137

 La nota di Valerio Mancini (Lega)

“Ci sono tematiche urgenti che come Presidente ho ritenuto opportuno trattare in Seconda Commissione, primo tra tutti il caro energia, che rischia di costringere tanti imprenditori a chiudere le loro aziende mandando in fumo i sacrifici di una vita – esordisce il Presidente Valerio Mancini (Lega) – nella seduta antimeridiana di mercoledì 28, verranno in Seconda Commissione i soggetti portatori di interesse così da stabilire un confronto tra associazioni e istituzioni e cercare di trovare insieme una soluzione adeguata per contrastare l’aumento dei costi dell’energia. Ho invitato i presidenti umbri di Confesercenti, Confcommercio, C.I.A., Coldiretti, Confagricoltura, Confindustria, Feferalberghi, Feferturismo e FAITA – rende noto Mancini – alla presenza dell’assessore Michele Fioroni o di un suo delegato, così da poter recepire tutte le istanze che provengono dai mondi produttivi della nostra regione, che risultano tra i più colpiti dalla crisi energetica in atto. Anche le famiglie sono vessate da bollette di luce e gas – prosegue Mancini – migliaia di umbri che già prima faticavano ad arrivare a fine mese, oggi si trovano a dover fare i conti con costi insostenibili. Non basterà certo, come ha consigliato Draghi, abbassare i riscaldamenti, serviranno misure concrete a sostegno di tanti cittadini, oltre che delle imprese – sottolinea – per questo chiederemo alla Giunta un impegno serio a far valere i diritti degli umbri con il nuovo governo che si costituirà dopo il voto del 25 settembre. Nella seduta pomeridiana della Seconda Commissione di mercoledì prossimo parleremo del futuro delle cementerie di Gubbio – riprende Mancini – lo faremo insieme ai rappresentati delle sigle sindacali, ai vertici delle due aziende interessate, Colacem e Cementerie Barbetti Aldo, al Sindaco Filippo Mario Stirati e agli assessori Michele Fioroni e Roberto Morroni. Un’audizione che nasce dalla richiesta del Segretario Regionale della CGIL Umbria, Gianni Fiorucci, che si è rivolto alla Commissione che presiedo chiedendo un confronto con le istituzione in merito alle prospettive di sviluppo del distretto del cemento di Gubbio – fa sapere Mancini – l’obiettivo è quello di sostenere le imprese del settore, considerato tra quelli fortemente energivori e quindi più esposto a rischi conseguenti l’aumento dei costi dell’energia, e garantire posti di lavoro alle maestranze. Nella prima settimana di ottobre in Seconda Commissione parleremo invece del percorso che si dovrà avviare per il rilascio del marchio D.O.P. alla castagna umbra – racconta il Presidente Mancini – si tratta di uno dei prodotti d’eccellenza del nostro territorio, che merita un riconoscimento. Nelle scorse settimane ho anticipato con una lettera il tema ai sindaci dell’Alta Valle del Tevere Letizia Michelini (Monte Santa Maria Tiberina), Luca Secondi (Città di Castello), Paolo Fratini (San Giustino), Enea Paladino (Citerna), Mirco Rinaldi (Montone) e Mirko Ceci (Pietralunga) – va avanti Mancini – e ho coinvolto anche i presidenti di CIA Umbria, Matteo Bartolini, di Coldiretti Umbria, Albano Agabiti, di Confagricoltura Umbria, Fabio Rossi, l’amministratore unico del Parco Tecnologico 3A, Marcello Serafini e il dirigente regionale Franco Garofalo. In Umbria abbiamo prodotti che ci hanno resi celebri in tutto il mondo ed è fondamentale che le istituzioni si impegnino per valorizzarli: far conoscere le nostre eccellenze è il miglior biglietto da visita per la nostra regione, terra di arte, cultura, paesaggi mozzafiato e di antica tradizione enogastronomica. Ci tengo a ringraziare tutti i miei colleghi membri della Seconda Commissione che, nonostante i tantissimi impegni della campagna elettorale, hanno sempre partecipato alle sedute con impegno e grande interesse, dando il loro fondamentale contributo ai lavori”, conclude Mancini.