Bastia Umbra: successo per l’evento ‘Chiese Aperte’

128

Bastia Umbra: successo per l’evento ‘Chiese Aperte’. Ha raccontato della bellezza della Città, coinvolgendo un pubblico numeroso e attento, e curioso

Domenica 2 giugno 2019, in occasione della festa dell’Ascensione, le parrocchie di Bastia Umbra (San  Michele Arcangelo e San Marco Evangelista) con la collaborazione delle cinque confraternite, (Buona Morte e Cristo Redentore, Immacolata Concezione, San Rocco, Sant’Antonio Abate e Santissimo Sacramento) hanno organizzato l’evento “CHIESE APERTE: itinerari di arte e fede” ha raccontato della bellezza della Città, coinvolgendo un pubblico numeroso e attento, e curioso. È stata una bella giornata in cui i ritmi lenti del passeggio hanno prodotto il vero piacere della riscoperta dei luoghi e dell’incontro.

Il parroco di San Michele Arcangelo, don Marco Armillei, visibilmente soddisfatto ha affermato:

“L’iniziativa prevedeva l’apertura di tutte le chiese, pubbliche e private, presenti sul territorio cittadino. Come partenza, per quello che vuole diventare un appuntamento fisso, siamo molto contenti del risultato ottenuto; tante le persone che, a piedi, in bicicletta, con i propri mezzi o con il servizio navetta, hanno visitato i diversi edifici sacri, incuriosite soprattutto per l’apertura di alcune chiese private che in genere sono sempre chiuse. È stata sicuramente una bella occasione per mettere in luce il patrimonio storico-artistico che la nostra città detiene e che per un giorno è stato reso possibile ammirare e conoscere grazie alla presenza di tanti volontari (confraternite, Scout,…) che si sono preparati, con il contributo di Teresa Morettoni – esperta di storia e arte -, e che hanno fornite tutte le informazioni necessarie sulla storia e sulle diverse opere d’arte contenute nelle chiese”.

Gli apprezzamenti giunti, da più parti, e la presenza di numerosissimi bastioli, ma anche di visitatori provenienti da varie città umbre e dalle regioni limitrofe, sono il migliore stimolo a riproporre per il prossimo anno la manifestazione, affiancandola con nuove iniziative a contorno e allargando i luoghi sacri da visitare.