Approvata all’unanimità mozione su bonus edilizio, sisma bonus ed ecobonus

82
 

Approvata all’unanimità mozione su bonus edilizio, sisma bonus ed ecobonus. Favorito anche l’accordo con Ater per la riqualificazione degli edifici regionali

L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato all’unanimità la mozione dei consiglieri Tommaso Bori, Michele Bettarelli, Simona Meloni, Fabio Paparelli, Donatella Porzi (Pd), Thomas De Luca (M5S), Andrea Fora (Patto civico per l’Umbria), Vincenzo Bianconi (Gruppo misto) sul ‘bonus edilizio 110 per cento, coordinamento e supporto con gli uffici comunali, valorizzazione piano di rigenerazione urbana e campagna informativa su sisma bonus ed ecobonus’. L’atto finale è stato modificato con un emendamento a firma Eleonora Pace (FdI), Stefano Pastorelli (Lega) e Paola Agabiti (Tesei presidente) per favorire un accordo con Ater per la riqualificazione degli edifici regionali. Infine, su proposta di Valerio Mancini (Lega), è stato inserito un supporto ai Comuni per la digitalizzazione degli archivi.  Illustrando l’atto in Aula Tommaso Bori (Pd) ha spiegato che con l’atto si chiede alla Giunta di

“attivarsi attraverso gli assessorati di competenza per coordinare e supportare i comuni, in modo da velocizzare l’esame delle varie pratiche relative al bonus 110 e al sisma bonus; ad incentivare l’uso dei bonus per gli interventi utili al superamento delle barriere architettoniche, considerando anche l’emendamento approvato dalla Commissione Bilancio della Camera dei Deputati; a programmare ed investire una consistente parte dei fondi Fesr 2020-27 sulla rigenerazione urbana, delle nostre periferie, dei borghi della nostra regione, delle aree industriali e del patrimonio immobiliare dismesso in modo complementare e coordinato con gli incentivi statali al fine di moltiplicarne gli effetti; a promuovere una campagna informativa e comunicativa della Regione sul tema e ad aumentare le informazioni a disposizione anche attraverso una sezione apposita nel sito della Regione Umbria. Ci sono delle scadenze molte rigide da rispettare, già nel corso del 2021. Per la nostra economia questa opportunità potrebbe costituire una leva importante per ripartire dopo la crisi pandemica. Per questo spero che le nostre richieste possano trovare l’accordo di tutta l’Aula”.

Stefano Pastorelli (Lega) ha illustrato l’emendamento poi approvato spiegando che in questo modo si invita la Giunta

“a prevedere, in accordo con Ater, un adeguato piano di interventi mirati attraverso il miglioramento dell’efficienza energetica come previsto dal decreto ed una importante riqualificazione degli edifici regionali. Inoltre con l’emendamento ricordiamo che la programmazione dei fondi Fesr 2020-27 sulla rigenerazione urbana deve essere fatta nei limiti delle direttrici imposte dall’Unione europea”.

Valerio Mancini (Lega) ha sottolineato l’importanza dell’atto nella parte in cui invita la Giunta

“attivarsi attraverso gli assessorati per supportare i comuni per velocizzare le pratiche con particolare attenzione alla digitalizzazione degli archivi comunali. La Seconda commissione ha già fatto passaggi importanti su questo tema, ascoltando dai rappresentanti degli ordini e delle professioni come questo comporti un grave dispendio di energie e rallenta le pratiche. Questione condivisa anche dall’Anci. È percorso lunghissimo. Ma questa può essere un’opportunità per agevolare soprattutto i lavori dei piccoli comuni”.

Enrico Melasecche ha detto che

“come assessorato abbiamo costituito il tavolo tecnico delle infrastrutture nel quale stiamo affrontando i diversi problemi emersi. Tra questi anche quello della normativa nazionale, che in parte va in contrasto con il testo unico sull’urbanistica. Stiamo facendo note per i sindaci per una corretta interpretazione delle fonti legislative. L’Ater sta facendo un lavoro enorme sul fronte del recupero del patrimonio immobiliare dell’azienda. Siamo passati da 6 milioni a 52 milioni di euro di interventi di importo sul patrimonio Ater su tutto il territorio della regione. Per le barriere architettoniche ben volentieri faremo tutto il possibile. Per la capacità di organizzare noi gli uffici dei comuni la vedo difficile perché non è facile andare a intervenire. Comunque faremo il possibile nel sollecitare al meglio l’impegno di ogni comune nei confronti dei cittadini. Informeremo l’Aula dei passi in avanti che si stanno facendo”.

Thomas De Luca (M5S) ha detto di condividere

“la sollecitazione del consigliere Mancini per la digitalizzazione degli archivi comunali. Ad esempio il comune di Terni ha quattro archivi diffusi nel territorio. Per l’ecobonus, non si può prescindere da una serie di criticità legate alla necessità di semplificazione di determinate normative. Dobbiamo iniziare a lavorare sulla possibilità di un investimento serio sulle energie rinnovabili anche utilizzando queste risorse”.