In Abruzzo la madre del ternano coinvolto nel disastro dell’Hotel Rigopiano

621

Sono partiti alla volta dell’Abruzzo i familiari di Alessandro Riccetti, il ternano di 33 anni disperso all’hotel Rigopiano di Firandola, dove lavorava come addetto alla reception. A riferirlo è la prefettura di Terni, che ha curato con quella di Pescara l’accoglienza della madre del giovane, Antonella, che sarà seguita da un funzionario dell’ufficio governativo abruzzese e assistita anche psicologicamente. “Monitoriamo costantemente la situazione in stretto contatto con i colleghi di Pescara, cercando di dare alla famiglia un sostegno in questi momenti difficili – spiega il viceprefetto Lucia Raffaella Palma -, purtroppo però al momento non abbiamo alcuna novità sul giovane disperso”. Riccetti aveva avuto l’ultimo contatto telefonico, prima della slavina, proprio con la madre, mercoledì pomeriggio intorno alle 16.

Fonte: Ansa.it