“Un onore essere tra gli Atenei più importanti d’Italia”

82
Università (Sebastiani)
 

Lo dichiara il Rettore dell’Università di Perugia Maurizio Oliviero

“Per noi è un grande onore essere stati classificati per la prima volta tra i sei atenei italiani più importanti del mondo e siamo contenti del lavoro che si sta facendo, ma sarò ancora più contento quando l’intero sistema universitario nazionale potrà raccogliere i giusti e meritati riconoscimenti”.

lo ha detto il rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, a conclusione della presentazione dell’edizione 2021 di ‘Sharper – La notte europea dei ricercatori’, che si svolgerà anche a Perugia e a Terni il 24 settembre.

“Se questi risultati si raggiungono – ha proseguito – è anche grazie alla stampa che ci sta seguendo in tutte le iniziative e perché si percepisce l’orgoglio nell’avere un Ateneo che è uno dei più grandi tesori che una comunità può avere. In Italia – ha poi sostenuto il rettore – poco valorizziamo le nostre università, basta solo guardare ai numeri e ai giovani laureati che poi vanno all’estero. Non possiamo più permetterci di essere in Europa penultimi tra i giovani laureati e terzultimi tra gli immatricolati. Il nostro è un Paese di grandi capacità e straordinarie potenzialità e i nostri giovani sono quelli riconosciuti a livello internazionale con un’ottima preparazione. Dobbiamo investire su di loro, i giovani devono avere le occasioni (ecco perché abbiamo deciso anche quest’anno di mantenere la ‘no tax area’ a 30 mila euro, unici in Italia) e dobbiamo avere il coraggio di andare oltre. È quindi necessario cominciare a dare ai nostri giovani chance e possibilità, dal diritto allo studio alla giusta collocazione professionale, nella nostra città, regione e Paese”.