“Un compleanno spettacolare”

701

Si è svolta questa mattina nella sala Rossa di Palazzo dei Priori, la conferenza stampa di presentazione del grande concerto di Radio Subasio; evento che celebra  i 40 anni di attività dell’emittente.

Sarà molto più di un semplice concerto, visto che è in programma un vero e proprio spettacolo in ogni senso, una novità assoluta per la città di Perugia. Previsti, infatti, 1000 mq di video mapping sulle mura del Duomo, con proiezioni grafiche di grande impatto che animeranno l’edificio con scenografie diverse creando atmosfere uniche per ciascun brano. Ci saranno 150 mq di led allestiti sul palco ed in altri quattro punti strategici del centro (tra cui Giardini Carducci e Piazza Matteotti). La ripresa sarà curata da una regia live a più camere, sotto la direzione artistica di Andrea Camporesi ed a cura di Gaetano Morbioli, collaboratore dei più grandi artisti del panorama italiano come Celentano, Pausini, ecc.

Parteciperà, inoltre, lo staff di RCF guidato da Gustavo Ferretti, che utilizzerà gli stessi sistemi impiegati nei concerti di Ligabue e Vasco Rossi, ossia 120 diffusori dislocati in piazza IV novembre e corso Vannucci, cinque torri delay, traporto segnali in fibra ottica, quattro mixer digitali ed oltre 150 moving light.

Di prim’ordine il “cast” degli artisti che si esibiranno sul palco. Hanno già dato conferma Alessandro Amoroso, gli Stadio, Roberto Vecchioni, Lorenzo Fragola, Fiorella Mannoia, Ron, Alex Britti, Tiro Mancino, Enrico Ruggeri, Zero Assoluto, Michele Zarrillo, Francesco Gabani, Alessio Bernabei, Benji&Fede, Francesco Renga e Max Pezzali; questi ultimi due presenteranno in anteprima i nuovi singoli. Tuttavia non sono escluse ulteriori sorprese, visto che sono in corso trattative per portare al concerto altri artisti di fama internazionale.

“Per Perugia – ha ammesso il sindaco Andrea Romizi – si tratta di una grande festa per riaffermare con determinazione ed affetto il legame tra la città e Radio Subasio, volata ben oltre il territorio di provenienza, ma che resta “la nostra radio”.

Il sindaco si è detto onorato di poter presentare questo evento che celebra i 40 anni di storia dell’emittente; per l’occasione Romizi ha voluto dedicare un affettuoso ricordo al fondatore di radio Subasio, Mario Settimi, scomparso tempo fa.

Romizi ha confermato che Perugia è una città operosa che si sta preparando al meglio all’evento. A questo proposito il Primo cittadino ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile la manifestazione: Prefettura, Questura, vigili del fuoco, vigili Urbani, Croce Rossa, 118, protezione civile, Vescovado e tanti altri. “Si tratta, insomma, di un evento straordinario, che Perugia è pronta ad ospitare; certamente la città non poteva farsi sfuggire un’occasione come questa vista la portata della manifestazione”.

A fare gli onori di casa per la radio è stato il portavoce Avv. Giuseppe Caforio, il quale ha ricordato come festeggiare un evento come quello in oggetto in una città particolare e delicata come Perugia non era, alla vigilia, facile. Tuttavia grazie a sindaco, uffici comunali, istituzioni, ecc. è stato possibile superare ogni difficoltà.

Si tratterà – ha riconosciuto Caforio – di una festa popolare che si è voluto celebrare a Perugia perché qui è nata la radio, divenendo l’emittente di tutti.

L’auspicio degli organizzatori è che l’evento possa durare ben più dell’orario istituzionale del concerto (dalle 20 alle 24); infatti tutti gli artisti presenti proveranno sul palco dalla mattina e fino alle ore 18. L’augurio, dunque, è che gli spettatori possano “spalmare” la loro presenza durante tutto l’arco della giornata di sabato.

In previsione di una massiccia presenza di pubblico è stato studiato, con tutte le componenti istituzionali, un piano dettagliato. In centro potranno essere accolte fino a 12mila persone; solo in caso di una partecipazione oltre le previsioni alcuni accessi all’acropoli potranno essere chiusi.

In ogni caso sono previste facilitazioni per gli utenti. Il minimetrò rimarrà aperto fino alle 3.30 della notte, mentre è stato organizzato un servizio di 18 navette che faranno la spola tra Pian di Massiano e piazza Partigiani. Nel caso in cui dovesse rendersi necessario, alcune di esse potranno essere dirottate nell’area nord della città, ossia Ponte Felcino e Ponte Valleceppi. Insomma un piano dettagliato per far sì che la festa sia tale per tutti.

Gli aspetti prettamente artistici sono stati illustrati dal Pr e station manager Davide Alianello. Quest’ultimo ha riferito che si è pensato di invitare artisti vicini alla radio e coerenti con la storia di Subasio: dunque artisti la cui musica è rivolta ai giovani, ma anche agli adulti, con grande attenzione al lato melodico, alle emozioni ed ai suoni. In sostanza una musica destinata alle famiglie, da sempre parte integrante della radio.

Da segnalare il fatto che molti artisti, per poter partecipare all’evento, hanno rinunciato a proprie serate già programmate.

Altri aspetti del grande evento. Con ordinanza sindacale è stato disposta la rimozione di tutte le strutture (tavoli, sedie, ecc.) per non ostacolare la fruizione del concerto da parte degli spettatori. Restano in vigore i provvedimenti già adottati per la vendita di alcolici e quant’altro.

L’invito che l’organizzazione rivolge ai commercianti è di approvvigionarsi adeguatamente (cibo e bevande), così da poter fornire un congruo sostegno ai numerosi presenti.

Insomma dall’incontro di oggi, cui hanno partecipato anche il presidente di radio Subasio Rita Settimi, l’amministratore Marco Settimi, il pr e station manager Sergio Menghini e Silvia Ferrari, organizzazione eventi, è emerso che lo sforzo per proporre al pubblico un grande spettacolo di qualità è stato enorme. I partecipanti, dunque, potranno vivere un’esperienza straordinaria fatta di musica, luci e suoni in una location inimitabile come è il centro storico di Perugia.