Umbria: a breve un cronoprogramma per vaccini a scuola

122
Nella foto Massimo D'Angelo
 

Modello sperimentale del Trasimeno esteso a  tutta la regione

Con l’augurio che sia “quanto più omogeneo possibile su tutto il territorio”, il commissario regionale per l’emergenza Covid-19, Massimo D’Angelo, ha annunciato che a breve sarà fatto il punto per definire il cronoprogramma dell’attivazione della vaccinazione a scuola.

“Ho fatto specifica richiesta ai direttori dei distretti sanitari dell’Umbria per attivare l’intervento” ha aggiunto D’Angelo sottolineando che il modello sperimentale, partito per iniziativa del direttore del distretto del Trasimeno nella sede dell’istituto comprensivo di Tavernelle, con la Usl 1 che ha iniziato a somministrare il farmaco anti-Covid ai bambini dai 5 agli 11 anni, “credo che debba funzionare in tutta la regione. I direttori dei distretti – ha spiegato – stanno avviando la ricognizione su scuole e numero di bambini che le frequentano nei vari comuni umbri, perché siamo convinti che vaccinare all’interno delle scuole aumenti l’adesione”.

Durante l’aggiornamento sull’andamento epidemiologico elaborato dal Nucleo epidemiologico regionale, è stato anche segnalato che

“tutte le fasce in età scolare hanno un’incidenza superiore alla media regionale e sono 190 oggi le classi in isolamento, soprattutto i nidi, le scuole dell’infanzia e le primarie”.