Todi, strappati i manifesti della Lega

118

“Gesto incivile e irrispettoso”

 

“Strappati i manifesti della Lega a Todi, un gesto di inciviltà e di mancanza di rispetto delle regole democratiche del confronto elettorale”: è quanto denuncia – in una sua nota – la Lega di Todi.

“Pantalla, Pian di Porto e Pontecuti – viene spiegato – lo scenario è sempre quello, manifesti della Lega strappati mentre quelli di altri schieramenti restano ben attaccati alle plance.

Non pensiamo sia opera di qualche vandalo in cerca di divertimento o che sia stata la pioggia e il vento, a questo punto è chiaro si tratti di una precisa volontà di danneggiare il partito e i candidati della Lega. Evidente come a qualcuno manchi il senso del rispetto e del confronto democratico basato su programmi e idee per il territorio, forse perché scarseggia di entrambe le cose”.

“Gesti incivili come questi – prosegue la Lega – non ci impediranno di proseguire con sempre maggiore determinazione sul percorso intrapreso e di far conoscere le nostre iniziative a tutti i tuderti. Nel giro di pochi giorni a Todi verranno a trovarci due senatori: Francesco Bruzzone per parlare di caccia e Roberto Calderoli per fare il punto sul referendum di riforma della giustizia. In una campagna elettorale c’è sempre chi strappa i manifesti perché non ha nulla da proporre e c’è chi si dà da fare con iniziative per il territorio. La Lega a Todi c’è e se a qualcuno dà fastidio se ne faccia una ragione”.