Tesei ricandidata presidente dell’Umbria dal centrodestra

443
Centre-right coalition candidate for the Precidency of Umbria Region, Donatella Tesei celebrates victorry with secretary of Lega party Matteo Salvini (R) in Perugia, Italy, 28 October 2019. Donatella Tesei, candidate of the center right, is now also formally the new president of the Umbria Region. ANSA/MATTEO CROCCHIONI

‘Centrodestra unito’ annuncia conferma dei governatori uscenti

   

Donatella Tesei è stata ufficialmente ricandidata dal centrodestra come presidente della Regione Umbria. Lo ha certificato una nota congiunta di Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Noi Moderati e Udc.

“I presidenti di Basilicata, Piemonte ed Umbria che hanno ben governato saranno i candidati di tutto il centrodestra unito ai prossimi appuntamenti elettorali regionali.

Si tratta della conferma del Presidente Vito Bardi per la Lucania, del presidente Alberto Ciro per il Piemonte e della Presidente Donatella Tesei per l’Umbria” ha annunciato in una nota lo stesso centrodestra.

Tesei, esponente e già senatrice della Lega, è stata eletta presidente della Regione cinque anni fa. Alla guida della coalizione di centrodestra aveva vinto largamente le elezioni nell’Umbria fino a quel momento governata dal centrosinistra. Il leader della Lega Matteo Salvini aveva più volte ribadito che Tesei sarebbe stata ricandidata.

Per la stessa Tesei, la sua ricandidatura alla presidenza della Regione Umbria da parte del centrodestra

“rappresenta anche il riconoscimento del lavoro fin qui svolto, in condizioni spesso difficili e straordinarie come quelle che abbiamo vissuto in questi quasi cinque anni”.

Lo sottolinea parlando con l’ANSA.

“Devo ammettere che la notizia non mi coglie di sorpresa perché ero a conoscenza sia del vertice sia della volontà, da parte dei partiti della maggioranza, di confermare la mia candidatura per le prossime elezioni regionali. Una ufficialità che accolgo con grande piacere. Da oggi, sicuramente, non muterà il nostro approccio e continueremo nell’azione di governo regionale con la stessa determinazione e convinzione che abbiamo messo in campo in questi anni in cui credo di poter dire che, oltre all’affrontare l’oggi, abbiamo dimostrato di avere una visione dell’Umbria di domani. Un percorso in cui abbiamo ereditato ed affrontato alcuni dossier difficili. Solo per fare degli esempi” ha parlato delle “situazioni a dir poco complesse di aeroporto, comparto di Monteluce, ricostruzione della zona del cratere, crisi Ast, obsolescenza delle strutture e strumentazioni sanitarie. Anni in cui abbiamo affrontato anche momenti inaspettati – ha aggiunto -, basti pensare alla lunga emergenza pandemica nonostante la quale abbiamo avviato e lavorato per numerose progettualità, alcune delle quali hanno già trovato compimento, altre che necessitano inevitabilmente di tempi più lunghi per raggiungere la definitiva attuazione. L’eventuale prospettiva di un secondo mandato ci dà proprio la possibilità di proseguire con le politiche iniziate e centrare ulteriori risultati. Penso, anche qui per fare qualche esempio, alle politiche per la famiglia contro la denatalità che hanno bisogno di tempo per apportare gli effetti, alla messa a terra dei progetti Pnrr sui quali abbiamo fatto uno straordinario lavoro di intercettazione dei fondi, al proseguo dei numerosi sostegni alle imprese e al consolidamento del brand Umbria, ai grandi progetti infrastrutturali, alla concretizzazione della riorganizzazione della rete sanitaria e della medicina territoriale. Tutti interventi già iniziati da tempo, ma che richiedono una più lunga gestazione prima di raggiungere la definitiva realizzazione. Per dare dunque continuità ad una azione di governo regionale è necessario avere il tempo di un secondo mandato su cui, ovviamente, saranno gli umbri, sovrani, a dover decidere” ha concluso Tesei.