Terremoto, preserviamo la gastronomia della Valnerina

761

Un appello “alla Grande distribuzione organizzata affinchè possa contribuire a dare certezze alla grande tradizione gastronomica della Valnerina”, colpita dal sisma, viene lanciato dal consigliere regionale dell’Umbria Marco Squarta, di Fratelli d’Italia. Squarta chiede alle catene della grande distribuzione di privilegiare e incrementare i volumi d’acquisto e la commercializzazione dei prodotti tipici della Valnerina, “magari realizzando, all’interno dei propri supermercati, degli stand dedicati a prosciutto e tartufo di Norcia, lenticchie di Castelluccio, zafferano di Cascia, salumi e formaggi di quelle zone”. Squarta, nella sua ‘lettera aperta’ alla grande distribuzione commerciale, paventa il rischio che, con il terremoto, “nel breve, medio e lungo periodo vengano cancellate persino le tradizioni secolari, anche gastronomiche, legate a quei luoghi”.