“Speciale Dilettanti”: come contrastare l’uso di farmaci proibiti nello sport Il monito dell’esperto

610
 

Si parlerà di lotta ai farmaci  proibiti nello sport, nella quinta puntata della trasmissione Tef Channel Speciale Dilettanti (in diretta alle ore 19 sul canale 12 del digitale terrestre domenica, in replica lunedì ore 20.30 sul canale 112 ) la  trasmissione  condotta da Mario Mariano ed incentrata sui campionati di Eccellenza e Promozione dell’Umbria. A parlare di un fenomeno tristemente noto come doping e legato all’utilizzo di  farmaci utilizzati per migliorare la prestazione sportiva, sarà il dott. Alessandro Darpino, dirigente dell’area farmacia dell’Ospedale di Perugia. A portare una testimonianza a favore dei benefici per la pratica sportiva sarà Leonardo Cenci, personaggio noto anche fuori i confini regionali per aver partecipato a trasmissione di grande ascolto sui canali Rai e Mediaset: “Il messaggio che ribadirò anche in tv  – anticipa il presidente dell’Associazione Onlus Avanti tutta – è quello legato al concetto che lo sport, e comunque l’attività fisica contribuiscono in maniera netta al benessere fisico in ogni età e in ogni situazione della vita. Nonostante la mia grave malattia in progressione, domenica scorsa a Foligno sono riuscito a concludere una maratona di oltre 21 km in un tempo sorprendente”. Il parterre degli ospiti è rafforzato dalla presenza in studio di uno dei calciatori più esperti dell’Eccellenza, l’attaccante Gabriele Bevilacqua, della Subasio, formazione in lotta per la promozione finale del campionato. In studio anche il giornalista Michele Marzoli del Corriere dell’Umbria, autore del  volume “Leggenda Gialloverde. Il Tavernelle delle origini tra Velox e Somintra 1921-1966”. Un legame tra la società umbra e l’Internazionale di Milano,  destinato a rinforzarsi il prossimo 9 ottobre quando l’Asd Tavernelle intitolerà il proprio impianto sportivo alla figura del Cavaliere del lavoro Angelo Moratti, storico presidente della grande Inter degli anni Sessanta, presente il figlio Angelo, patron del club neroazzurro tornato ai successi di un tempo lontano, proprio sotto la sua lunga gestione.