Sovraindebitamento e usura: anche a Foligno collaborazione tra Adoc e Fondazione prevenzione usura

1195

Ci si può rivolgere allo sportello folignate di Adoc in via Fiamenga – Accordo tra le associazioni per supportare gratuitamente i cittadini in difficoltà

   

Dopo l’incontro di Marsciano, anche a Foligno l’Adoc Umbria e la Fondazione Umbria prevenzione usura (Fupu) hanno presentato i loro servizi di sostegno a disposizione dei cittadini che hanno problemi di sovraindebitamento, ludopatia, truffe e usura. Le due realtà hanno, infatti, recentemente sottoscritto un protocollo d’intesa proprio per offrire servizi di informazione, formazione e supporto, nonché tutela e assistenza finanziaria, legale e morale, per le vittime e per i soggetti che si trovano in difficoltà economiche gravi e a rischio di usura. Nello specifico caso di Foligno, tali prestazioni verranno erogate gratuitamente negli uffici di Adoc (telefono 353.4217838, email foligno.adoc@gmail.com) in via Fiamenga 55, nella struttura dove ha sede l’organizzazione sindacale Uil. L’incontro pubblico si è tenuto giovedì 7 dicembre a palazzo comunale e vi sono intervenuti, insieme alla presidente di Adoc (Associazione difesa e orientamento consumatori) Umbria, Ada Girolamini, e al presidente di Fupu, Fausto Cardella, anche il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, e il segretario organizzativo regionale di Uil Umbria, Fabio Benedetti.

“Grazie a questa collaborazione – ha spiegato Girolamini –, mettiamo a disposizione i nostri sportelli del consumatore, sparsi in tutto il territorio regionale: qui le persone potranno ora avvalersi anche delle consulenze e dei servizi messe a disposizione dalla Fondazione per la prevenzione dell’usura. Siamo qui oggi per far conoscere alla cittadinanza folignate questa nuova opportunità. Nei nostri sportelli, inoltre, continueremo, come nostro attività usuale, ad ascoltare e supportare i cittadini un po’ in tutte le materie: dalle bollette al caro vita, fino alle modalità per accedere ai vari bonus nazionali e regionali, come il bonus asilo nido o il bonus trasporti. Ciò ci consente anche di conoscere fino in fondo le reali problematiche delle persone”.

“L’intesa con Adoc ci consente un reciproco supporto – ha commentato anche il presidente di Fupu, Cardella –. Adoc ha, infatti, una rete territoriale di sportelli diffusa e ben organizzata e offre servizi di consulenza importanti. Fucu non ha ancora una rete territoriale molto capillare ma offre servizi diversi da quelli di Adoc, come favorire l’accesso al credito per persone che si trovano in un momento di difficoltà economica. Dall’unione di queste due finalità sociali, sostenendoci quindi reciprocamente, miglioriamo e completiamo l’offerta al cittadino”.

A Foligno, tra l’altro, oltre a questa nuova opportunità, Fupu opera già in un ufficio messo a disposizione dal Comune.

“Allargare le tutele ai cittadini e fornire loro ulteriori servizi era anche nei nostri intenti – ha affermato il sindaco Zuccarini –. Grande merito quindi alla fondazione e un grazie all’Adoc che contribuisce a fornire ulteriori servizio a Foligno, città che è stata la prima a mettere a disposizione una sede per la fondazione, nella convinzione di rendere un grande servizio ai cittadini”. D’altronde, come spiegato ancora da Cardella, anche a Foligno ci sono molti segnali di problematiche, “con richieste di sostegno relative al caro bollette e in più in generale al caro vita”.

“Ormai – ha commentato Benedetti – non sono solo le fasce più deboli ad avere simili problemi, ma ne risente anche la cosiddetta classe media a causa della diminuzione del potere d’acquisto, con aumenti su costi energetici e mutui e dovuti all’inflazione. Noi come organizzazione sindacale siamo a disposizione a difesa del cittadino”.