“Solidarietà alimentare”: il Comune di Todi distribuirà buoni spesa

88
 

“Solidarietà alimentare”: il Comune di Todi distribuirà buoni spesa. Ai cittadini in stato di bisogno e ai titolari di attività danneggiate dal virus Covid-19

L’articolo 2 del decreto legge 23 novembre 2020, n. 154, recante “Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, interviene per consentire ai Comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare. In questo contesto, il Comune di Todi potrà distribuire alla cittadinanza dei buoni spesa per la somma assegnata a seguito dei riparti e dalle prime indiscrezioni, dovrebbe essere pari a circa 108.224,27 euro. A tale fine, l’ammontare sarà frazionato in due quote di eguale misura. Una porzione, di circa 54mila euro, sarà assegnata alle attività che dimostreranno di aver sofferto gli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19, da documentare mediante autocertificazione. Una ulteriore quota di circa 54mila euro sarà destinata ai cittadini in stato di bisogno, sulla base delle risultanze in possesso dei Servizi Sociali del Comune di Todi. Il buono spesa sarà una tantum e su base familiare. L’importo determinato come segue: Nuclei unipersonali € 100,00; Due persone € 200,00; Tre persone € 300,00, ed ulteriori 100 Euro ogni persona in più facente parte del nucleo familiare. Con un apposito avviso pubblico sarà avviata la formazione di un elenco di esercizi commerciali che intendono aderire all’iniziativa di buoni spesa. Possono richiedere l’iscrizione all’elenco gli esercenti attività commerciale nel settore “Alimentare” e di “generi di prima necessità” (prodotti alimentari, articoli per l’igiene personale e della casa, farmaci ed articoli medicali) con sede nel Comune di Todi, compilando l’apposito modulo disponibile sul sito internet del Comune. Seguiranno a breve informazioni sulle scadenze e le modalità per aderire all’iniziativa.