Servizi idrici: il punto della situazione del Comune di Todi

98
 

Servizi idrici: il punto della situazione del Comune di Todi. Importanti investimenti per risolvere problematiche croniche

In vista dell’Assemblea dei Sindaci chiamata a varare la nuova programmazione degli investimenti dell’AURI nel settore del servizio idrico integrato, ovvero idropotabile, fognario e depurazione, l’Amministrazione Comunale di Todi ha fatto il punto sul grande lavoro fatto nello strategico settore e sugli interventi avviati che potranno essere completati con i nuovi fondi in arrivo.

Interventi mirati a migliorare la qualità del servizio offerto, con particolare attenzione alle tematiche ambientali, sia nell’ottica di tutela del territorio e delle sue risorse, che di aumento della resilienza del sistema infrastrutturale alla variazione esterne.

Per un progetto complessivo che solo nel biennio 2018-2019 per il comparto idrico ha visto investiti oltre 6.500.000 di euro per il completamento di interventi o per la realizzazione di nuove opere, che grazie ai nuovi fondi verranno a breve completate.

In particolare per quanto riguarda il comparto idrico sono stati attivati importanti investimenti volti a risolvere le criticità croniche di approvvigionamento di alcune frazioni del territorio, collocate in aree idrogeologicamente povere di acquiferi produttivi.

In tal senso il primo grande intervento è stato quello terminato nel 2019, con il quale dapprima si è collegato le frazioni di Vasciano e Montenero con l’adduttrice proveniente dal campo pozzi Pasquarella, mediante la realizzazione di uno stacco in località Ponte Naia e la posa di una nuova condotta della lunghezza di quasi 3 km, e successivamente con ulteriore intervento si è rinnovato il collegamento tra Montenero e Pesciano mediante la totale sostituzione della vecchia condotta, per un importo complessivo delle opere di circa 640’000 euro.

Un altro grande intervento, sviluppato ed ideato a seguito della crisi idrica del 2017 e totalmente finanziato dalla tariffa, è stato quello che ha permesso di collegare le frazioni di Torreluca, Casemasce e Quadro al sistema alimentato dal campo pozzi della Pasquarella, ponendo fine alle storiche problematiche di carenza idrica che hanno da sempre afflitto queste porzioni di territorio.

L’intervento progettato, autorizzato ed appaltato a tempo di record, è terminato nel 2020, ha visto nel suo complesso la costruzione di opere di sollevamento e la posa di circa 10 km di nuove condotte per un importo complessivo di 1 milione di euro.

Un ulteriore intervento, sempre nel campo acquedottistico, è quello che coinvolge l’approvvigionamento di Loreto, mediante la realizzazione di un nuovo serbatoio per l’importo complessivo di circa 40’000 euro.

Nei comparti di fognatura e di depurazione l’intervento di riordino del sistema di collettamento e depurazione dell’agglomerato di Todi sta catalizzando importanti risorse già dalle pianificazioni precedenti, e proprio in questo quadriennio se ne prevede il completamento e finalmente la messa in funzione.

Trovano spazio nel nuovo Piano degli Interventi anche il completamento degli adeguamenti degli impianti di depurazione di Collevalenza, nonché la sistemazione del collettore fognario in loc. Cappuccini, per mettere in sicurezza la funzionalità dell’infrastruttura in una zona caratterizzata da estesi e ricorrenti fenomeni franosi.