Perugina: resta lo stato di agitazione

517

Perugina: resta lo stato di agitazione. Dopo le assemblee in fabbrica, la Rsu ha deciso di mantenere anche il blocco degli straordinari e delle flessibilità

C’è ancora agitazione tra i dipendenti di Perugina, dopo l’incontro al ministero dello Sviluppo economico del 27 settembre scorso in cui le posizioni di Nestlè (che prevede 364 esuberi) e i sindacati sono rimaste distanti.

Dopo le assemblee in fabbrica, la Rsu ha quindi deciso di mantenere lo stato di agitazione con il blocco degli straordinari e delle flessibilità.

La stessa Rsu chiede che la vertenza Perugina si allarghi “a tutto il territorio”.

Che si organizzi una grande manifestazione che, partendo dalla Perugina, abbracci tutte le realtà produttive.

E un nuovo incontro al presidente della Cei e arcivescovo di Perugia, il cardinale Gualtiero Bassetti, “che più volte ha mostrato sensibilità su queste tematiche”.

(fonte: Ansa.it)