Perugia: detenuto evade dal carcere di Capanne

60

E’ Domenico D’Andrea, 38 anni, soprannominato Pippotto, il detenuto evaso a Perugia durante le ore di lavoro esterno che svolgeva in una palazzina attigua al carcere e comunque all’interno dell’area dove si trova il complesso. Stava scontando l’ergastolo per l’omicidio di Salvatore Buglione, dipendente comunale ucciso il 4 settembre del 2006 a Napoli durante un tentativo di rapina mentre si trovava nell’edicola della moglie in via Pietro Castellino, nel quartiere collinare del Vomero

Un detenuto italiano è evaso dal carcere di Perugia. Sono in corso le ricerche da parte di tutte le forze di polizia in particolare nella zona di Capanne dove si trova la struttura detentiva. Impegnata anche la polizia penitenziaria. Stava lavorando nell’area all’esterno del carcere di Perugia usufruendo dell’articolo 21 dell’ordinamento penitenziario il detenuto evaso oggi. Quanto successo è ora al vaglio degli inquirenti. Appena si sono accorti della sua assenza, gli agenti hanno dato l’allarme ed è scattata una vera e propria caccia all’uomo. Tra le ipotesi quella che l’uomo possa avere scavalcato le reti di recinzione dell’area dove lavorava ed era alloggiato. Ricerche sono comunque ancora in corso anche nel perimetro interno del complesso di Capanne.