Nessun danno per terremoto nello spoletino e nell’orvietano

199

Il quadro emerge dalle verifiche su scuole ed edifici pubblici

   

Nessun danno è stato finora segnalato o rilevato nello spoletino per le scosse di terremoto avvertite nella notte, una ventina con magnitudo tra due e tre.  Stessa situazione nell’orvietano dove il sisma ha avuto epicentro tra Castel Viscardo e Allerona (3.6 la magnitudo più alta registrata).

Il quadro emerge dalle verifiche svolte dai tecnici dei Comuni interessati e da quelli della protezione civile.  Controlli che nelle scuole proseguiranno anche nei prossimi giorni approfittando della festività dell’8 dicembre e del ponte già programmato sabato. Il rientro in classe è quindi previsto lunedì.
A Spoleto il sindaco Andrea Sisti ha disposto per oggi anche la chiusura di tutti gli impianti sportivi comunali.

“Siamo in una fase di monitoraggio a seguito delle scosse di questa notte, ma non c’è alcuna situazione di emergenza” ha spiegato. “In via cautelativa i provvedimenti si sono resi necessari sia per consentire, in questi giorni di festa – ha aggiunto -, di fare immediatamente dei sopralluoghi speditivi nelle scuole con squadre di tecnici comunali, sia per avere la disponibilità di spazi di accoglienza in caso di necessità”.

Anche a Orvieto in mattinata personale dell’ufficio tecnico e della Protezione civile del Comune ha compiuto verifiche sugli edifici pubblici e scolastici. Oltre alle scuole, rimaste chiuse nella giornata di oggi in virtù dell’ordinanza della sindaca Roberta Tardani, i sopralluoghi hanno interessato anche il teatro Mancinelli, il pozzo di San Patrizio, il palazzo del Popolo, la torre del Moro e altre strutture pubbliche Il Comune ha reso noto che non è emersa alcuna criticità e non si è registrato alcun danno.

 Le scuole potranno ospitare già dal pomeriggio le attività extracurriculari e sportive e riprendere regolarmente le lezioni. Al Teatro Mancinelli sono confermate le iniziative previste nel pomeriggio per la festa dei 30 anni dalla riapertura e alle 21 il recupero della prima nazionale dello spettacolo “L’anatra all’arancia” inizialmente in programma mercoledì 6 dicembre.