Mura urbiche di Todi, gioie e dolori per la città

153

Dai sopralluoghi è emerso un dissesto statico fonte di preoccupazione

Il Sindaco di Todi Antonino Ruggiano e la Giunta comunale hanno preso atto giovedì dei sopralluoghi finalizzati alla progettazione esecutiva del recupero delle mura urbiche, resa possibile grazie alle operazioni di ripulitura che hanno liberato tratti nascosti da tempo immemore.
Gli interventi, finanziati con 4,8 milioni di euro, prenderanno il via all’altezza del campetto Crispolti per interessare tutto il tratto sotto Via Cesia, interessando quindi la zona nella quale si prevede di realizzare un parcheggio di superficie.
Più avanti, in prossimità dell’ex Monastero del Sacro Cuore, è emersa una situazione di dissesto statico che è stata fonte di un particolare approfondimento e che necessiterà di importanti lavori di consolidamento.
Il Sindaco Ruggiano ha provveduto a interessare nell’immediato la struttura competente della Regione Umbria e il Commissario Speciale per la Ricostruzione, con un primo incontro già fissato per martedì prossimo presso la sede della Protezione Civile a Foligno.
“Alla luce del confronto e degli approfondimenti con i tecnici – sottolinea il Sindaco Ruggiano – abbiamo delineato il piano di lavoro e le priorità imprimendo una spinta verso l’esecuzione degli interventi. Si tratterà di un recupero senza precedenti, che andrà a valorizzare una parte della città finora sottovalutata. Non nascondo però una certa preoccupazione per lo stato di dissesto statico del colle rilevata in un tratto al di sopra di Via della Fabbrica. Serviranno ulteriori importanti risorse per l’eliminazione del rischio idrogeologico e il consolidamento delle pendici del colle”.