Morte Prof. Mario Torelli: il cordoglio della Regione Umbria e del Comune di Perugia

91
Foto: Corriere dell'Umbria
 

Morte Prof. Mario Torelli: il cordoglio della Regione Umbria e del Comune di Perugia. Presidente Tesei: ”lascia un enorme vuoto culturale e umano”

“Mario Torelli lascia un enorme vuoto sia nelle sfera culturale ed accademica che in quella umana”.

È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, in merito alla scomparsa del professor Torelli.

“Rimangono con noi, però, i suoi insegnamenti tramandati ai tanti allievi, il ricordo delle sue lezioni dentro e fuori l’Università, gli studi, le scoperte, le ricerche e le pubblicazioni. Torelli, con la sua presenza, ha arricchito e dato lustro alla nostra regione, da lui scelta come luogo dove risiedere dopo gli anni di insegnamento. Alla sua famiglia vanno le più sentite condoglianze a nome della Giunta regionale e dell’Umbria tutta”.

Il sindaco e l’Amministrazione comunale esprimono il più vivo e profondo cordoglio per la scomparsa del Prof. Mario Torelli.

“Etruscologo ed archeologo di fama nazionale, il prof. Torelli ha insegnato per decenni presso le più importanti università italiane ed, in particolare, in quella di Perugia ininterrottamente dal 1975 al 2010. A lui si devono importante scoperte archeologiche, ricerche, studi e scritti, ma soprattutto un’incessante attività di formazione dei giovani. La città di Perugia ricorda con affetto il Prof. Torelli, iscritto nel 2015 all’albo d’oro per l’intensa ed appassionata attività svolta nell’arco della lunghissima carriera a che lo hanno portato ad essere apprezzato in tutto il mondo per il carattere innovativo e interdisciplinare del suo lavoro. Il prof. inoltre è stato direttore scientifico del progetto “Spur” città etrusca di candidatura Unesco che ha visto Perugia in prima linea. Alla famiglia del professore va la vicinanza dell’Amministrazione comunale per la perdita di un uomo che, con il proprio impegno umano e professionale, ha contributo attivamente ad elevare il livello della cultura a Perugia ed in Italia”.