“Mai spento il motore della sanità non legata al Covid”

95
 

“Mai spento il motore della sanità non legata al Covid”. L’assessore regionale Luca Coletto ha parlato di dati “incoraggianti”, ad esempio, riguardo agli screening per le varie patologie, “con una risposta del 90 per cento degli inviti recapitati all’utenza”

Nella nuova fase dell’emergenza Covid la sanità umbra “non hai spento il motore” dell’attività non legata al virus. Lo ha sottolineato la Regione in una video conferenza stampa. L’assessore Luca Coletto ha parlato di dati “incoraggianti”, ad esempio, riguardo agli screening per le varie patologie, “con una risposta del 90 per cento degli inviti recapitati all’utenza”.

“C’è poi stato – ha aggiunto – un ottimo recupero riguardo alle visite specialistiche”.

“A inizio anno, nella prima fase dell’emergenza Covid, c’era stato un blocco pressoché totale dell’attività sanitaria non legata al virus – ha spiegato il direttore regionale alla Sanità Claudio Dario – mentre ora non c’è stato alcun blocco nonostante i contagi siano stati dieci volte di più dell’altra volta, con un raddoppio dei ricoveri”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato i commissari delle Aziende ospedaliere di Perugia e Terni e delle Usl Umbria 1 e 2.