Inserimento lavorativo dei disabili nelle imprese attraverso le cooperative sociali umbre

991

Il Presidente di Confcooperative Di Somma: “Bene l’approvazione della Convenzione Quadro da parte della Giunta Regionale”

   

 

“Accogliamo con estremo favore l’approvazione dello schema di Convenzione Quadro sull’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati da parte dalla Giunta Regionale su impulso dell’Assessore Regionale Michele Fioroni che dovrà ora essere condiviso e siglato da Arpal Umbria, Centrali Cooperative, Associazioni datoriali, Organizzazioni Sindacali e altri Enti di rappresentanza delle persone con disabilità”.

A dichiararlo è il Presidente di Confcooperative Umbria, Carlo Di Somma, che sottolinea

“la portata storica per la cooperazione sociale di questo momento che come Confcooperative perseguivamo da molti anni ed oggi si avvia in un percorso di concretezza”.

La convenzione ha lo scopo di allargare ed integrare la gamma degli strumenti e delle modalità per favorire l’inserimento di persone per le quali risulti particolarmente difficile il ricorso alle vie ordinarie del collocamento mirato, mediante la realizzazione di programmi di inserimento individuali da effettuarsi presso cooperative sociali di tipo b con l’obiettivo prioritario della stabilizzazione del rapporto di lavoro, anche mediante assunzione da parte delle cooperative sociali, promuovendo, per le finalità di cui alla L. n. 68/1999, commesse il cui valore copra il costo di una assunzione a tempo pieno.

“È un passaggio molto importante che mette in contatto diretto il mondo dell’industria, dell’artigianato e del commercio con quello della cooperazione sociale tipo b operante nel campo dell’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati”

sottolinea la Presidente di Confcooperative-Federsolidarietà, Roberta Veltrini da sempre impegnata nel campo della formazione e dell’inserimento lavorativo di persone fragili.

“Questo atto della Giunta Regionale parte da un percorso promosso recentemente da Confcooperative unitamente alle cooperative sociali associate di Terni che ha trovato fin da subito la condivisione dei colleghi Direttori Regionali di Confindustria e di CNA” dichiara il Segretario Regionale di Confcooperative Umbria, Lorenzo Mariani. “Ora auspichiamo che l’accordo possa trovare a stretto giro la condivisione di tutte le Associazioni datoriali e sindacali – prosegue Mariani – così da poter rendere operativa l’opportunità a tutto il mondo imprenditoriale favorendo l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati”.

“Su questa iniziativa l’Assessore Michele Fioroni ha fin da subito manifestato il proprio favore – dichiara il Presidente del gruppo cooperativo ACTL Sandro Corsi – ed oggi gli rendiamo merito di aver dato seguito con estrema immediatezza all’impegno da lui assunto meno di un mese fa nell’evento celebrativo del trentennale della Cooperativa Sociale di tipo b) ALIS”.