“I sorrisi non bastano”

473
Nella foto Andrea Tonucci Avi Umbria

A Villa Umbra focus sulle politiche sulla disabilità e sulla comunicazione

   

Due laboratori tematici la mattina, uno dedicato alle politiche sulla disabilità e l’altro alla comunicazione.

E un seminario il pomeriggio per fornire tutti gli “strumenti” per agire i cambiamenti, operando le “scelte giuste” nella prospettiva della co-programmazione e della co-progettazione delle politiche e degli interventi in grado di garantire i diritti delle persone con disabilità.

L’appuntamento è per venerdì 8 luglio a Villa Umbra, quando la conclusione del progetto Selfcare community diventa l’occasione per lavorare sul progetto Welfare 4.0 con una continuità di linguaggi, di visioni, di obiettivi che riguardano le persone e la comunità nel primo e il sistema dei servizi nel secondo, con attività di ricerca e di formazione sulla progettazione personalizzata fino ad arrivare alla comunicazione degli interventi e delle condizioni delle persone con  disabilità.

“La giornata – spiega Andrea Tonucci, presidente di Avi Umbria, che ha organizzato l’iniziativa insieme alla Fish – è una grande opportunità che si presenta alla nostra regione di avviare quel processo di innovazione del sistema di welfare che, da un sistema di produzione delle prestazioni, diventa un sistema di garanzia dei diritti delle persone con disabilità”.

Il laboratorio sulle politiche sulla disabilità sarà coordinato da Avi Umbria, quello con i giornalisti sulla difficile relazione tra disabilità e comunicazione sarà coordinato da Giovanni Merlo, direttore Ledha.

“L’obiettivo sarà quello di scardinare stereotipi e pregiudizi sulle persone con disabilità all’interno del mondo della comunicazione e dell’informazione ancora oggi impregnate da paternalismo, pietismo, infantilizzazione o da strategie che possono essere definite di smaterializzazione della persona con disabilità, e che consistono essenzialmente nel non parlarne o nel parlarne come se fosse assente”.

Al seminario del pomeriggio partecipano rappresentanti nazionali e regionali della Fish e delle istituzioni regionali e locali.