Gubbio, Lega: “Fondi alluvione già previsti, dal sindaco Stirati solo speculazione politica”

231
   

“Sui fondi per l’alluvione che nel settembre del 2022 ha colpito le zone dell’Alto Chiascio registriamo la speculazione politica del sindaco di Gubbio Stirati. Il decreto della Regione Umbria per i finanziamenti a famiglie e imprese è stato già pubblicato e a breve verranno finanziate le domande pervenute. A mettere in giro queste notizie si fa solo del male al territorio”. A intervenire sono il capogruppo Lega Umbria Stefano Pastorelli, insieme al segretario comunale Lega Gubbio Luca Ramacci, il vicesegretario Micaela Parlagreco, i consiglieri comunali Michele Carini e Sabina Venturi e il direttivo della sezione locale Lega.
“Su questioni di questo tipo non dovrebbe esserci strumentalizzazione, ma unità d’intenti. I cittadini e le imprese chiedono risposte e un lavoro in sinergia da parte delle istituzioni per risolvere le criticità emerse, oltre le divisioni e i colori politici. Appare chiara invece la volontà del sindaco di Gubbio di ottenere visibilità e farsi campagna elettorale anche su un evento come questo che ha scosso profondamente intere comunità.  Il sindaco Stirati sa benissimo che la settimana scorsa, come reso noto dall’assessore regionale alla Protezione civile, Enrico Melasecche, è stata avviata la procedura per la concessione degli aiuti. La presidente della Regione Donatella Tesei ha emanato il decreto che attribuisce fino a 5mila euro ai nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa risulti compromessa nella sua integrità funzionale e fino a 20mila euro per la ripartenza delle attività economiche e produttive. Una volta inoltrata la domanda, seguirà la liquidazione, come già previsto. Si tratta di misure economiche di sostegno che saranno finanziate con le risorse aggiuntive ottenute dalla Regione nell’aprile scorso, quando il Consiglio dei Ministri ha deliberato un ulteriore stanziamento di 8,4 milioni di euro, sulla base della ricognizione dei danni subiti dalla popolazione e dalle imprese. La presa di posizione di Stirati è soltanto speculazione a fini politici e improntata a gettare fango su un lavoro che ha visto la Lega e la Regione Umbria sempre in prima linea sulla questione dell’alluvione che nel settembre del 2022 ha colpito i comuni di Gubbio, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo. Invece di fare inutile polemica attraverso atteggiamenti che possono solo nuocere al territorio, il sindaco Stirati inizi a collaborare con la Regione e a fare la sua parte per garantire il sostegno necessario a famiglie e imprese”.