Formazione operatrici sistema servizi antiviolenza regionali: aperto bando per ammissione a corso

73
 

Formazione operatrici sistema servizi antiviolenza regionali: aperto bando per ammissione a corso. Domande al Cpo entro il 9 dicembre

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al “Corso di formazione per operatrici/volontarie che svolgono -o intendono svolgere- attività nei Servizi delle reti territoriali interistituzionali regionali, preposti alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere”, organizzato dalla Regione Umbria, dal Centro per le Pari Opportunità, dalla Scuola umbra di Amministrazione pubblica e in collaborazione con l’Associazione ‘Libera…Mente Donna’.  È quanto rende noto il Centro per le Pari opportunità della Regione Umbria, informando che la scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 9 dicembre 2020 alle ore 12. Il corso è a numero chiuso: è prevista l’ammissione di un massimo di 50 donne.

   Il corso di formazione è “finalizzato a fornire e certificare una conoscenza specifica e un approfondimento del fenomeno della violenza di genere” allo scopo di “fornire alle corsiste gli strumenti necessari per rispondere in maniera puntuale – e sulla base delle opportunità e delle procedure in atto all’interno delle reti territoriali – alle esigenze delle donne che subiscono violenza al fine di offrire loro informazioni, sostegno e accoglienza e la possibilità di intraprendere percorsi di autonomia libere dalla violenza”.

    I moduli formativi, tenuti da esperte del settore,

“saranno finalizzati sia all’approfondimento degli aspetti storici, culturali, psicologici della violenza contro le donne, sia alla conoscenza degli aspetti più strettamente legati all’accoglienza e alle attività dei Centri antiviolenza, per la condivisione di metodologia, prassi operative e strumenti di lavoro”.

Possono presentare domanda di ammissione donne maggiorenni in possesso dei seguenti requisiti: diploma di scuola superiore, o diploma di laurea triennale e/o specialistica/magistrale o laurea conseguita ai sensi del vecchio ordinamento); residenza e/o domicilio (per motivi di studio e/o lavoro) in Umbria; conoscenza di base dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

“La motivazione, l’interesse e la sensibilità della candidata nei confronti delle tematiche oggetto del corso – si specifica nel bando per l’ammissione – nonché l’avere avuto esperienze individuali in attività extracurriculari significative, saranno elementi fondamentali nel processo di selezione”.

Il percorso

“prevede una fase di formazione teorica della durata di 96 ore ed un tirocinio formativo della durata di 76 ore, da svolgersi nell’arco di due mesi presso i Centri Antiviolenza residenziali e non residenziali gestiti dall’Associazione Liberamente…Donna sul territorio regionale e 8 ore di attività seminariale. Il percorso formativo integrale – composto da: formazione teorica, tirocinio e attività seminariale – avrà una durata complessiva di 180 ore”. La partecipazione è “interamente gratuita per le corsiste”

 Approfondimenti e modello di domanda al link relativo all’Avviso nel sito del Centro per le pari opportunità della Regione Umbria https://www.regione.umbria.it/la-regione/formazione